Barbara d’Urso indignata su Twitter: “Che vergogna!”

22/11/2021

Ennesimo episodio di omofobia avvenuto a Torino contro un giovane ragazzo: anche Barbara d’Urso ha commentato quanto accaduto, manifestando grande indignazione. La conduttrice si batte da sempre per la difesa dei diritti della comunità LGBTQ+ e per tentare di mettere fine agli episodi di violenza e discriminazione. 

Barbara D’Urso (6)

Ancora un appello da parte di Barbara d’Urso contro la violenza e la discriminazione. La conduttrice spesso, durante le sue trasmissioni, si è fatta portavoce dei diritti della comunità LGBTQ+, dal racconto delle storie di chi è riuscito a reagire di fronte ad un contesto molto complicato alla denuncia di quanto subito quotidianamente ancora oggi nel nostro paese.

Barbara d’Urso ha sempre cercato di sensibilizzare e di sfruttare la sua popolarità, dovuta al fatto che quotidianamente parla ad un pubblico molto numeroso, per provare a cambiare le cose e battersi per i diritti di tutti. L’ennesimo episodio di violenza avvenuto nelle ultime ore ha suscitato una reazione di indignazione da parte della conduttrice, che si è espressa con parole molto forti su Twitter, delusa e arrabbiata per il fatto che episodi come questo succedano ancora.


Leggi anche: Barbara D’Urso, rivelazione choc: ecco con chi dorme

Barbara d’Urso: l’appello contro la violenza

barbara d’urso (2)

La notizia circolata ieri, infatti, ha riguardato un 24enne di Torino che è stato aggredito verbalmente in pieno centro. La violenza poteva diventare anche fisica se il ragazzo non avesse avuto la prontezza di ricorrere allo spray urticante che ha prontamente bloccato l’aggressore. Un episodio che ha colpito molto Barbara d’Urso, che ha commentato così l’ennesima vicenda di violenza:

“Ogni tanto voglio ricordare che l’Italia è anche questa roba qua. Nel 2021… Che vergogna“.

L’hashtag utilizzato dalla conduttrice è un appello in generale perché questa situazione possa cambiare una volta per tutte: #stopomofobia. Come ricordato anche in occasione dell’affossamento del DDL Zan, Barbara d’Urso da anni porta avanti questa battaglia per mettere fine alle differenze basate sul genere o sull’orientamento sessuale: la conduttrice è stata una delle prime a difendere i diritti della comunità e non sono pochi coloro che l’hanno sempre ringraziata per questo.

A Pomeriggio 5, probabilmente, ci sarà ancora una volta l’occasione per ribadire la sua posizione e per cercare di sensibilizzare su questo tema.

Ilaria Bucataio
Suggerisci una modifica