Barbara d’Urso: la lotta contro la violenza sulle donne

06/08/2021

Barbara d’Urso sia in diretta nelle sue trasmissioni televisive sia tramite i profili social si è fatta portavoce di messaggi molto importanti. Uno di questi è sicuramente quello della lotta alla violenza sulle donne. La conduttrice, su Twitter, ha fatto un nuovo appello a tutte coloro che hanno bisogno di trovare la forza di denunciare. 

POME 5 D’URSO

Barbara d’Urso più volte si è fatta portavoce di battaglie molto importanti: da quella per i diritti della comunità LGBTQ+ fino a quella contro la violenza sulle donne. Spesso lo studio di Pomeriggio 5 è diventato lo spazio in cui fare importanti appelli, per sensibilizzare il pubblico a casa o per non far sentire soli quanti stanno vivendo situazioni difficili, dandogli la possibilità di denunciare.

Anche ora che è lontana dalla televisione, Barbara d’Urso non rinuncia a lanciare messaggi davvero molto significativi. Tramite il suo profilo Twitter, infatti, la conduttrice ha condiviso una notizia delle ultime ore: una donna, che si è recata in un centro vaccinale di Torino per ricevere la dose di vaccino, ha lasciato un biglietto come richiesta d’aiuto, confessando di essere vittima di violenza domestica.


Leggi anche: Barbara D’Urso denuncia John Vitale, addio Isola dei famosi

Barbara d’Urso alle donne: “Denunciate!”

Progetto senza titolo – 2021-08-06T093434.221

Barbara d’Urso ha scelto di condividere questo episodio per dare forza a tutte quelle donne che ancora subiscono violenza e che non hanno avuto il coraggio di chiedere aiuto: “In qualche modo, in qualunque momento. Denunciate!”. La conduttrice, poi, ha anche voluto lasciare alcune parole di sostegno alla donna che ha scelto finalmente di denunciare:

“Mi batto da sempre contro la violenza sulle donne e oggi voglio mandare un forte abbraccio a questa donna che ha avuto il coraggio di chiedere aiuto. Chi picchia non ti ama”.

La conduttrice, quindi, continua a sensibilizzare il suo pubblico anche attraverso i profili social, sapendo bene che, nonostante ad oggi si siano fatti molti passi in avanti, ci sono delle situazioni molto delicate su cui è necessario continuare a tenere alta l’attenzione, per non lasciare soli quanti stanno soffrendo o hanno bisogno di un aiuto concreto.

Ilaria Bucataio
Suggerisci una modifica