Bridgerton 2: perché il Duca di Hastings non ci sarà?

11/04/2021

Bridgerton è la serie rivelazione del momento e, a distanza di quattro mesi dal suo debutto, è ancora sulla bocca di tutti; dopo diversi giorni in cui è stata data la notizia della totale assenza del Duca di Hastings, sono stati resi noti i motivi di questo tristissimo abbandono. 

Netflix-Bridgerton

Netflix e Shonda Rhimes sono stati in grado di creare un fenomeno virale: Bridgerton; lanciata lo scorso 25 Dicembre 2020, la serie ambientata in una Londra ottocentesca piena di gossip è diventata una delle serie più viste di sempre.

Oltre 100 milioni di visualizzazioni per una serie che, nel giro di pochissimi giorni, è stata rinnovata per una seconda stagione e probabilmente di altre 7, secondo il progetto originale, ossia seguendo i libri ai quali si ispira la serie, scritti da Julia Quinn.

Negli scorsi giorni è circolata la voce che vedeva la totale assenza del Duca di Hastings, interpretato da Regé-Jean Page; il personaggio più amato e seguito non ci sarà e, tra la disperazione e la tristezza dei fan e le fan, arriva finalmente la motivazione di questo clamoroso vuoto.


Leggi anche: Netflix: Bridgerton la serie TV, costumi e curiosità

Regé-Jean Page: troppo impegnato o troppo costoso?

Direttamente dall’account Twitter è arrivato il comunicato di Lady Whisteldown che comunicava dell’assenza dell’attore; nonostante gli avessero offerto oltre 50mila sterline per tornare in tre episodi come guest star, Renè ha rifiutato e il motivo risiede proprio nell’origine del suo rapporto con la serie.

In una recente intervista infatti, Renè ha parlato del motivo per il quale scelse di interpretare il duca Simon, per lui infatti l’idea di vestire i panni di questo personaggio era particolarmente intrigante per il fatto di avere una durata limitata.

Oltre al fattore personale, Renè è un attore particolarmente desiderato dai registi e in questi giorni sta valutando diverse proposte lavorative. Un addio che fa male anche a lui ma che è stato costretto a fare.

 

 

Vito Girelli
Suggerisci una modifica