Can Yaman si spoglia da Maria De Filippi: boato del pubblico

Applausi, urla e cori a più non posso quando Can Yaman è entrato nello studio di C’è Posta per Te: Maria De Filippi non riusciva a far smettere le fan che, con gli ormoni alle stelle, non le permettevano di cominciare la puntata: pubblico sovraeccitato alla vista di  Yaman che ha stregato tutti.

foto-can-yaman-maria-defilippi

Lui era la sorpresa per Maria, zia di una ragazza che ha perso la madre e che si è presa cura dei figli della sorella come se fossero i suoi. Yaman ha ascoltato commosso la storia di Maria.

Can Yaman a C’é Posta per Te, boato in studio

can-yaman-da-maria-de-filippi-boato-del-pubblico


Leggi anche: Can Yaman non sa recitare? Costanzo lo difende

 

Riusciamo a contenerci?”, ha detto Maria durante la terza puntata di C’é Posta per Te, rivolta al pubblico esploso appena ha visto Can Yaman entrare. Queen Mary non riusciva a cominciare la trasmissione proprio per gli applausi, i cori e le grida delle fan letteralmente impazzite per l’attore turco, protagonista di DayDreamer e amatissimo dal pubblico.

Yaman ha raccontato un po’ di sé, ha consegnato alcuni regali, tra cui il suo numero di telefono e la sua giacca personalizzata.  E lo studio è esploso, non solo per il gesto, ma anche alla vista dei bicipiti dell’attore che spuntano dalla canottiera.

C’è Posta per te: le parole dolcissime di Yaman

can-yaman-da-maria-de-filippi-boato-del-pubblico-yaman-maria

 

Can Yaman, come scrive “Il Tempo”, è stato invitato per fare una sorpresa a Maria, zia di una ragazza che ha perso la madre. La donna si è presa cura dei figli della sorella come se fossero stati i suoi.

Maria De Filippi legge una lunga lettera di gratitudine da parte della nipote e le fa incontrare Can Yaman. L’attore parla a Maria con estrema dolcezza e racconta un po’ di sé, delle nonne che lo hanno cresciuto, parole che hanno toccato il cuore di tutti:


Potrebbe interessarti: Barbara d’Urso e Maria De Filippi vogliono Can Yaman

“Sono seduto accanto a un angelo. Anche io sono stato cresciuto da due nonne, i miei genitori lavoravano tanto. Questa storia mi emoziona perché penso al passato, le donne sono importantissime e sarei una nullità senza quelle della mia vita.”

“Il mio lavoro non è solo recitare, è anche la gioia di toccare le vite degli altri. Potrei fare l’avvocato, potrei anche smettere, ma mi piace portare emozione e questo mi convince a non smettere mai.”

Can regala la sua giacca e il suo numero di telefono

can-yaman-da-maria-de-filippi-boato-del-pubblico-yaman2

 

Ha anche fatto una serie di regali a Maria: “Ti do anche il mio numero, ma prometti di non darlo in giro”, e a quel punto dal pubblico si è levato un angosciato: “Dallo anche a me!”.

E poi ha chiesto alla donna: “Se dovessi scegliere una cosa di me, cosa vorresti?”, la De Filippi esorta Maria a scegliere, e lei si prende la giacca personalizzata di Can, con addosso il suo profumo. L’attore turco resta in canotta nera, con bicipiti in bella vista: pubblico in visibilio e ormoni a valanga.

Francesca Petruccioli
  • Iscritta all'Ordine dei Giornalisti dell'Umbria, elenco Professionisti
  • Esperta in: Gossip, Tv e Vip
  • Fonte Google News
Suggerisci una modifica