C’è posta per te: gelo in studio…

Francesca Naima Bartocci
  • Esperta in: Gossip, Tv e Vip
  • 13/03/2022

    …per come è andata a finire tra due fratelli a C’è posta per te. Un momento che ha deluso un po’ tutti, perché il “lieto fine” non è, a quanto pare, sempre una certezza…

    C’è posta per te: gelo in studio…

    E niente, Maria De Filippi ci ha provato, ma questa volta il suo potere per far trionfare l’amore non ha avuto davvero successo. A C’è posta per te due fratelli sembravano non riuscire a ritrovare la tanto sperata pace.

    Salvatore e Maria hanno alle spalle un’infanzia molto difficile. Sono cresciuti insieme in una casa famiglia, esperienza che li ha resi ancora più legati l’un con l’altra.

    Tutto d’un tratto però, l’uomo ha deciso, letteralmente di scomparire. Il motivo? Cinque anni fa Salvatore ha detto basta perché non sopportava più il vedere la sorella immersa in una relazione alquanto tossica con l’ex. Relazione che ha portato anche Maria a divenire madre del piccolo Lorenzo, che oggi ha 9 anni.

    Salvatore manchi tanto a me e a Lorenzo, quando ho perso te, ho perso tutto, la mia famiglia, il mio pilastro, la mia spalla, il mio migliore amico. Quando il padre di Lorenzo è tornato, non potevo dire a mio figlio di non frequentarlo, mi avrebbe portato rancore. Ora siamo soli io e Lorenzo. Non sai quante volte abbiamo pianto. Quando sei scomparso, Lorenzo mi chiedeva: ‘Lo zio dov’è’. Sono venuta tante volte da te e ci hai mandato a quel paese. Adesso siamo qui perché spero che apri la busta e ricominciamo, come una famiglia. Ti vogliamo bene.

    Ha detto Maria al fratello. Un messaggio che teoricamente dovrebbe generare solo che commozione e volontà di abbracciarsi, e invece Salvatore ha mantenuto una freddezza quasi sconcertante…

    Salvatore: il “no” che delude tutti, e poi…

    C’è posta per te: gelo in studio…

    Esistono esperienze che purtroppo segnano nel profondo e non danno più possibilità, tantomeno voglia, di avvicinarsi a quello che ci ha fatto male. Così, Salvatore quando chiamato dalla sorella per riappacificarsi, con l’aiuto della De Filippi che raramente “sbaglia colpi”, ha severamente affermato:

    Si lasciano, si prendono e poi ci vanno di mezzo sempre i bambini. Io non voglio fare pace con te, mentre con Lorenzo non ci sono problemi. Sono 15 anni che non esco di casa. Ho accudito prima mio padre e poi mia madre. Vivo per loro. Mio nipote? È bellissimo, il bambino più bello del mondo. Mi manca, ascoltava me e non sua madre. Tutti dicevano a Maria che non avrebbe mai potuto fare una famiglia con quell’uomo. La prende in giro da 20 anni.

    Salvatore era intento a rimanere molto fermo sui suoi passi, perché ormai profondamente deluso dalla sorella…allora è intervenuta la padrona di casa, spingendo Salvatore a cercare di “dimenticare” il passato e concentrarsi sull’amore che la sorella gli sta dimostrando. Vedendo Salvatore in procinto di commuoversi, la De Filippi si è rivolta a lui:

    Perché ti viene da piangere? A te è venuto da piangere quando tua sorella ti ha chiesto un abbraccio. Lei è venuta fin qua, davanti a tutti a chiedere scusa, è pentita. Ti ha domandato scusa.

    L’uomo insisteva e pareva irremovibile, al che la De Filippi ha iniziato a insistere:

    La prendo come una sconfitta personale.

    Allora, quasi stizzita, la conduttrice ha chiesto alla regia di chiudere la busta, per poi affermare:

    Sei contento? Per cambiare si deve iniziare a fare una cosa diversa. Non dico di perdonare, ma aprire la busta sarebbe fare una cosa diversa. Tua sorella sta qua, a un metro e tu te ne vai? Ora la apro io e ti frego, basta che schiaccio. Dai, è qui che piange.

    Salvatore però voleva continuare a mantenere la sua fredda posizione, tanto da alzarsi e andarsene. Tutto d’un tratto, a spalle girate e prontissimo per voltare le spalle a tutto, l’uomo si è girato e ha finalmente chiesto di aprire la busta…. Quindi, anche questa volta sì, è stato molto difficile e tutto sembrava finire nel peggiore dei modi. E invece, all’ultimo, Salvatore ha trovato in sé il modo di perdonare la sorella e un altro lieto fine è stato vissuto a C’è posta per te.