Che tempo che fa, Saviano: la mafia è pronta

20/04/2020

Fabio Fazio domenica 19 aprile, a Che tempo che fa, ha avuto come super ospite Roberto Saviano: lo scrittore ha rivelato dettagli su come la Mafia si stia preparando per…

07E280DE-D0E1-46BE-8A01-C793FCE7F383

Quella di Che tempo che fa andata in onda ieri sera, domenica 19 aprile, in uno studio vuoto, con Fabio Fazio accompagnato esclusivamente dal virologo Roberto Borrione, è stata una puntata davvero ricca di interventi provenienti da tutto il mondo. Contributi che hanno dato il loro apporto a un programma che fa servizio pubblico e che si sta preoccupando, attraverso gli interventi dei più illustri esponenti della politica e della scienza, di dare informazione sull’emergenza Coronavirus. Al centro della puntata e la discussione sulla ormai celeberrima “Fase 2”. Sarà davvero ormai alle porte?

Tra gli interventi non politici nè scientifici spicca sicuramente quello di Roberto Saviano, amico di Fabio Fazio, in collegamento da New York, città che sta vivendo una situazione davvero drammatica a causa del Covid-19.


Leggi anche: Roberto Saviano fidanzato con Meg dei 99 Posse

1C512734-7AD2-4BB7-85D0-D5D957635C9A

La mafia è pronta per la Fase 2”, ha sottolineato nel suo intervento Saviano, che ha rimarcato come “Quando c’è stata la polemica su Die Welt è partita una riflessione sbagliata, cioè che far arrivare i soldi all’Italia sia come darli alla Mafia”. Lo scrittore, che è sotto scorta per le minacce di morte ricevute, spiega che le “organizzazioni criminali in Italia hanno profitti per 250 miliardi di euro, non hanno bisogno dei soldi degli aiuti. Al contrario”, è il grido allarmato di Saviano, “se questi soldi non arrivano alle aziende sane, le organizzazioni criminali arriveranno a mangiarsi tutto”. Come è possibile? In che modo? “Daranno soldi alle aziende, in cambio di quote. Questo meccanismo lo interrompi solo se arrivano capitali per proteggere le aziende”.

La mafia non c’è solo in Italia

4FAE5B68-D373-4470-A019-0B0794D72E2E

Roberto Saviano fa un paio di esempio, uno più vicino a noi, quello della Germania, è uno decisamente più lontano, quello del Messico: in entrambi i casi, però, c’è sempre di mezzo la mafia, che nel mondo sta sostituendo lo Stato nel welfare. “I cartelli messicani stanno dando pacchi di cibo alle famiglie e mascherine con il volto del Chapo. Da una parte per propaganda ma anche per non far stare fuori le persone e contenere la pandemia nei loro territori”.

Per quanto riguarda la Germania, sostiene lo scrittore, “quando ha iniziato questo dibattito ha escluso se stessa da questo rischio, sbagliando. In uno studio del 2015 fatto da Università tedesche si parla di 100 miliardi di euro riciclati in Germania. Le organizzazioni criminali investono ovunque”


Potrebbe interessarti: Carlo Conti e Fabio Fazio, quanto guadagnano?

Silvia Tironi
  • Iscritta all'Ordine dei Giornalisti della Lombardia, elenco Professionisti
  • Laureata in Lettere
  • Esperta di: TV e Mondo dello spettacolo
  • Fonte Google News
Suggerisci una modifica
Iscriviti alla Newsletter

Vuoi restare aggiornato sulle notizie, le anticipazioni e le curiosità sul mondo del gossip e della TV? Registrati ora gratuitamente alla nostra newsletter