Chiara Ferragni, denunciata per blasfemia: il Codacons non molla

- 28/09/2020

E’ il Codacons che ha presentato una nuova denuncia contro Chiara Ferragni per la diffusione di una immagine apparsa su Vanity Fair a corredo di un’intervista in cui la nota influencer appare raffigurata come una Madonna

Fedez-e-Chiara-Ferragni


Immediato l’esposto alla Procura con l’accusa di  sfruttamento indegno della figura della Madonna. Fedez  pubblica su Instagram la sua reazione e quella del web.


I Ferragnez nel mirino del Codacons

chiara-28094527

Prima sotto accusa e finita la raccolta fondi avviata da Chiara Ferragni e Fedez con la quale è stato realizzato un reparto di terapia intensiva nell’ospedale a Milano ed ora l’immagine che raffigura la Ferragni nei anni di una moderna Madonna con il bambino dipinta da Giovanni Battista Salvi  detto Sassoferrato che è finita in un esposto presentato alla Procura della Repubblica e al ministro dei beni culturali, Dario Franceschini: ed è sempre il Codacons che è sul piede di guerra. L’immagine “incriminata” è quella che è apparsa su Vanity Fair a corredo di un’intervista che, però,  dice il Codacons: “ha generato indignazione e raccapriccio nell’opinione pubblica e sul web”.


Leggi anche: Fedez: Codacons invia atti giudiziari contro il marito di Chiara Ferragni

Chiara Ferragni, esposto del Codacons

5490180-0945-chiara-ferragni-madonna-fedez-contro-codacons-reagisce

Quali sono le motivazioni che hanno spinto il Codacons a presentare un esposto alla Procura? Dice che non si tratta di provocazione ma di mancanza di rispetto per il mondo cristiano.

Presentiamo un esposto alla Procura della Repubblica e al Ministro dei beni culturali Dario Franceschini affinché intervengano su quella che non è una provocazione, ma una grave mancanza di rispetto per i cristiani, per l’intero mondo religioso e per l’arte in genere. L’immagine che raffigura la Ferragni nei panni di una moderna Madonna con bambino dipinta da Giovanni Battista Salvi detto il Sassoferrato sfrutta la figura della Madonna e la religione a scopo commerciale, essendo noto come la Ferragni sia una vera e propria ‘macchina da soldi’ finalizzata a vendere prodotti, sponsorizzare marchi commerciali e indurre i suoi follower all’acquisto di questo o quel bene», sono le parole dell’Associazione dei Consumatori.

Chiara Ferragni come la Madonna, ecco l’accusa

fedez chiara codaconsJPG

Il Movimento dei consumatori definisce «sfruttamento indegno della figura della Madonna che ha scatenato le proteste dell’intero mondo cristiano» potrebbe quindi, per il Codacons

realizzare fattispecie penalmente rilevanti per blasfemia e offesa al sentimento religioso, motivo per cui l’esposto viene inviato anche a Papa Francesco affinché si pronunci contro tale squallida e inutile provocazione.

Esposto contro la Ferragni, la reazione di Fedez

fedez chiara madonna


Potrebbe interessarti: Chiara Ferragni: pace fatta con Chiara Biasi? Ecco l’indizio

Fedez non si è scagliato come una furia contro il Codacons – come invece è accaduto la scorsa volta quando è partita la denuncia per la raccolta fondi – ma ha semplicemente  ripreso la notizia su Twitter e su Instagram, e commentato con «Mi mancavano». Infatti, ha ripostato un tweet di Crosetto dove si allude alla volontà che avrebbe il Codacons di perseguitare i Ferragnez. Crosetto ha infatti scritto:

Il Codacons ha denunciato Chiara Ferragni per blasfemia. Ricordavo che il Codacons si occupasse di tutelare i consumatori, poi ho capito che serviva a far pubblicità a chi lo gestiva. C’è però un limite. Ha preso di mira Fedez e Ferragni per avere più share. Ma ormai è stalking.

E Fedez scrive: Amen passo e chiudo

Commenti: Vedi tutto