DayDreamer, anticipazioni oggi 3 marzo: Can va ad abitare da Sanem

Francesca Petruccioli
  • Esperta in TV e Spettacolo
03/03/2021

Anticipazioni della puntata di mercoledì 3 marzo di DayDreamer –Le Ali del Sogno: Can decide di sabotare la sua barca, così da chiedere a Sanem di poter dormire nella sua tenuta per rimanere vicino al padre Aziz e cercare di riconquistare la sua amata.

Can-Sanem-molo-Daydreamer

DayDreamer va in onda su Canale5, dal lunedì al venerdì, dalle 16.40. La trama dell’episodio di oggi: Can è combattuto e non sa se partire di nuovo o se restare a Istanbul accanto al padre. Poi, per paura di farla soffrire di nuovo, decide di partire, ma appena si trova al largo cambia idea: capisce che non vuole rinunciare alla donna che non è riuscito a scordare. Quindi, pensa ad un piano che gli permetta di restare nella tenuta. Manomette, quindi, la sua imbarcazione e chiede a Sanem di restare nella tenuta per poter stare vicino a suo padre, visto che sta male. La Aydin accetta, ma solo ad una condizione.

Can per il bene di Sanem decide di partire

can uyaman

Aziz finge di stare male per trattenere Can a Istanbul e permettergli di riconquistare Sanem. Il fotografo è scoraggiato perché vede che la Aydin è impenetrabile e molto sostenuta: la ragazza teme, infatti, di avere una ricaduta dopo che, nell’ultimo anno, è stata ricoverata in una clinica per colpa dell’abbandono di Can. Il fotografo anche se è consapevole di amarla, per evitare di farla stare male, decide di lasciare la città: salpa così con la sua barca dal porticciolo.

Can vuole restare con Sanem e danneggia la barca

can yaman2

Can si è allontanato dalla costa, ma si rende conto che sta sbagliando e che non vuole lasciare di nuovo la sua Sanem: è innamorato di lei. Vuole riuscire a provare che Yigit è colpevole e riconquistare la donna della sua vita.

Danneggia deliberatamente la sua barca creando un danno e si fa rimorchiare fino al porticciolo: è intenzionato a chiedere a Sanem di potersi trattenere nella sua tenuta.

Sanem accoglie Can alla tenuta

Sanem e can

Can comunica a alla scrittrice del guasto grave che ha coinvolto la sua barca e dell’impossibilità di lasciare la città. Sanem è contenta che il fotografo resti a Istanbul. Poi Can chiede alla Aydin di poter rimanere nella sua tenuta e stare così accanto a suo padre che ha bisogno di lui.

Sanem detta le condizioni a Can

can e sanem

Sanem accetta, ma ad una condizione: il Divit potrà restare,  ma a patto che vada a dormire nel capanno che si trova appena fuori dalla tenuta. Quel capanno, insomma, dovrà diventare la sua abitazione fino a quando la sua barca non sarà riparata. Un modo per averlo sì vicino ma non troppo.