DDL Zan bloccato: l’appello di Barbara d’Urso

28/10/2021

Ieri è stata la giornata in cui il DDL Zan, arrivato in Senato per la votazione, è stato definitivamente affossato. La scelta della classe politica italiana ha portato all’indignazione moltissimi personaggi del mondo dello spettacolo, tra cui anche Barbara d’Urso, che si sono battuti duramente per l’approvazione della legge. 

barbara d’urso pom 5

Ieri poteva essere una giornata storica per l’Italia, ma, arrivato in Senato per essere votato, il DDL Zan è stato affossato. E’ passata la linea decisa da Lega e Fratelli d’Italia, che utilizzando la strategia della “tagliola”, hanno impedito alla legge di proseguire nel suo cammino verso l’approvazione: ora si dovrà attendere almeno sei mesi prima che il testo venga ripreso in esame.

La decisione della classe politica italiana ha creato grande indignazione da parte del mondo dello spettacolo, che aveva promosso il DDL Zan. Tra questi personaggi c’è sicuramente anche Barbara d’Urso, che da anni si batte per i diritti della comunità LGBTQ e lotta contro le discriminazioni di ogni genere.


Leggi anche: Barbara D’Urso denuncia John Vitale, addio Isola dei famosi

La conduttrice, prima che il testo arrivasse a Palazzo Madama, aveva lanciato un messaggio di speranza sui social:

“Spero che questa sia la volta buona. Il DDL Zan è un’espressione di civiltà per il nostro paese, non possiamo perdere anche quest’occasione”.

Barbara d’Urso: contro le discriminazioni

Progetto senza titolo – 2021-10-28T105820.187

Nonostante i buoni aspici, la decisione del Senato è stata ben diversa da quella sperata. Ecco perché Barbara d’Urso prima ha preso una netta posizione su Instagram, scrivendo così:

“Io credo fermamente che qualsiasi tipo di amore vada protetto e che non ci debba essere nessun tipo di discriminazione”.

Non solo, la conduttrice ha scelto di ribadire il suo punto di vista anche in diretta a Pomeriggio 5, dove ha portato avanti tante delle sue battaglie in queste anni, da quella contro la violenza sulle donne a quelle per il riconoscimento dei diritti della comunità LGBTQ, di cui è diventata un’icona:

L’amore è amore. Punto. E per questo io combatterò per tutta la mia vita: qualunque tipo di amore!”.

Una presa di posizione netta, anche alla luce di quello che è accaduto in Senato. Nonostante la legge non sia passata, la lotta non si ferma e Barbara d’Urso continuerà a raccontare storie che possano aiutare in questo percorso.


Potrebbe interessarti: Barbara D’Urso, rivelazione choc: ecco con chi dorme

Ilaria Bucataio
Suggerisci una modifica