Diletta Leotta “massacrata” da Francesca Barra

- 13/02/2020

Diletta Leotta è finita nel mirino di Francesca Barra, che durante La Repubblica delle Donne di Piero Chiambretti ha detto la sua sulla avvenente collega…

leotta ama


Diletta Leotta ha parlato di bellezza sul palco del Festival di Sanremo, ma il suo monologo non ha riscosso un grande apprezzamento, soprattutto da parte delle donne, che hanno criticato le sue parole.

L’ultima a scagliarsi contro la conduttrice sportiva di Dazn è la giornalista Francesca Barra, moglie amatissima dell’attore Claudio Santamaria, che non ha certo risparmiato la Leotta: «Se il suo monologo non è piaciuto quasi a nessuno, su un punto siamo quasi tutti d’accordo: l’intelligenza non capita».

Francesca-Barra


Attacco frontale del Barra

Ciò che non è andato giù assolutamente alla Barra è l’ipocrisia dell’intervento di Diletta e la poca credibilità di un discorso incentrato sulla bellezza delle rughe fatto da chi a poco più di vent’anni avrebbe già fatto ricorso, si dice, alla chirurgia estetica«Il focus non è se lei si sia rifatta o no, sono fatti suoi. Avrebbe dovuto far partire il suo monologo da quella libertà. Quello sarebbe stato credibile da rivendicare».


Leggi anche: Diletta Leotta: la confessione di Daniele Scardina

L’attacco della Barra dopo la difesa

“Non ho apprezzato il presuntuoso monologo di Diletta Leotta”, aveva già scritto in un lungo post su Instagram la moglie di Santamaria, che in passato aveva difeso Diletta dagli attacchi pesanti subiti dalla collega. Si tratta, ha proseguito nel post, di “un finto “smascheramento” che ha cercato la complicità del pubblico, senza riscontro. Se vuoi fare tv verità devi dire la verità, abbassare la maschera per davvero”, in caso contrario, infatti, aveva chiosato Francesca, “risulti solo retorica se ciò che dici non corrisponde a ciò che sei».

leotta ama

Diletta ha perso una grande occasione

Quello che la giornalista vuole in particolar modo fare emergere è che  “ritoccarsi è una libera scelta di buon senso, buon gusto, ma pur sempre una libera scelta“. Invece Diletta ha in pratica perso la sua grande occasione: “Se l’avesse ammesso sarebbe diventata la paladina di un’altra verità, seppur scomoda”, aveva continuato a scrivere la Barra, “avrebbe sdoganato un sacrosanto diritto al libero arbitrio sul proprio corpo, manifesto vero di emancipazione”.

diletta monologo

Barra contro la presenza della nonna di Diletta

L’attacco di fa ancora più duro quando viene toccato il tema “rughe”: «Ma se mi dici che le rughe non ti fanno paura non ti credo e non basta la nonna a renderti credibile. Perché se non sei la Magnani e le rughe non le mostri, allora sí, hai paura cara Diletta. Se menti si vede, e non c’è trucco (o trucchetti) che servano”.

Naturalmente la parte migliore arriva sempre alla fine, affrontando il tema bellezza e talento, che Diletta Leotta avrebbe affrontato in maniera assolutamente superficiale: “E poi che noia quando ha detto ‘non ci prendiamo in giro sul palco ci stai se sei bona’; fortunatamente esistono innumerevoli qualità e talenti da mostrare”.


Commenti: Vedi tutto