Doc: il vero protagonista si scaglia contro alcuni virologi

01/12/2020

Dichiarazioni forti di Pierdante Piccioni, il medico che ha ispirato con la sua storia Doc Nelle tue mani, serie di grandissimo successo con protagonista Luca Argentero. Ecco cosa ha dichiarato il medico ce è in prima linea a Lodi…

Doc-Nelle-tue-mani-Luca-Argentero

Luca Argentero lo ha interpretato nella serie tv di grandissimo successo Doc – Nelle tue mani. Nella fiction si chiama Andrea Fanti, nella vita vera si chiama Pierdante Piccioni ed è un medico che anni fa ha perso la memoria in seguito a un incidente in auto. Al risveglio dal coma, aveva perso 12 anni di memoria. I ricordi degli ultimi 12 anni della sua via.

A93827CD-9D76-492A-8A4A-BCEE2CF7C107

Piccioni è un medico di Lodi, dove è tornato a lavorare: all’ospedale di Lodi, la prima provincia ad essere colpita dal Covid-19 (ricordiamo che il primo paziente cui è stato riscontrato il Coronavirus lo scorso 21 febbraio è di Codogno, in provincia di Lodi, appunto), il medico è stato primario del Pronto Soccorso e ora gestisce il percorso di post Covid-19 dei malati. In una intervista a Il Messaggero racconta come il suo essere stato un paziente gli abbia fatto capire tante cose:


Leggi anche: Doc – Nelle tue mani: anticipazioni 12 novembre

Essere stato un paziente mi ha insegnato l’empatia nei confronti dei malati, la necessità di andare emotivamente verso di loro.

Doc contro negazionisti e tuttologi

La questione Covid gli sta molto a cuore, ha visto come i medici e gli infermieri combattano ogni giorno e ogni notte una battaglia contro un nemico invisibile che ti sfianca minuto dopo minuto. E così si scaglia contro chi ancora nega l’esistenza del virus:

Il virus provoca sensazioni devastanti. Gli imbecilli negazionisti dovrebbero vedere cosa prova un contagiato quando il respiro gli inciampa tra i denti.

E si scaglia anche contro tutti quei “soloni” che continuano ad andare in televisione per dire la qualunque:

La nostra immagine è stata inquinata dai cosiddetti esperti che infestano i media: virologi, immunologi e compagnia bella che da mesi dicono tutto e il contrario di tutto. Non rendono un buon servizio alla nostra categoria.

Piccioni si sente moderatamente “ottimista”, tuttavia non esclude affatto una terza ondata. Anzi…

Dobbiamo prepararci alla terza ondata ma sono sicuro che tutto finirà bene. E, come insegna la mia storia, anche questo periodo terribile potrebbe insegnarci qualcosa di buono.

Quanto alla situazione attuale della pandemia conferma:

Registriamo più positivi perché si fanno più tamponi, ma i casi gravi sono diminuiti. Rispetto a marzo scorso, oggi abbiamo i farmaci, sappiamo usare le terapie e prendiamo i malati per tempo.


Potrebbe interessarti: Doc – nelle tue mani, anticipazioni 5 novembre: Perdonare e perdonarsi

Ma c’è un punto, una nota dolente:

Ma la sanità rimane centrata sugli ospedali, non abbiamo ancora le forze e l’organizzazione per curare i pazienti a domicilio.

Che cosa pensa Doc di Luca Argentero

argentero-doc

Quanto alla interpretazione di Luca Argentero in Doc – Nelle tue mani, Piccioni ribadisce i suoi complimenti all’attore:

È stato bravissimo a raccontare la mia storia. Ha fatto capire al pubblico cosa significhi fare il medico da paziente.

Silvia Tironi
  • Iscritta all'Ordine dei Giornalisti della Lombardia, elenco Professionisti
  • Laureata in Lettere
  • Esperta di: TV e Mondo dello spettacolo
  • Fonte Google News
Suggerisci una modifica
Iscriviti alla Newsletter

Vuoi restare aggiornato sulle notizie, le anticipazioni e le curiosità sul mondo del gossip e della TV? Registrati ora gratuitamente alla nostra newsletter