Flavio Briatore quasi guarito, mentre la Santanché è “ferita”

07/09/2020

L’imprenditore Flavio Briatore, risultato positivo al Covid, sta passando la quarantena a Milano a casa dell’amica Daniela Santanchè. “Sto bene, pronto per ripartire”, ha detto Briatore in un video sui social. A “Vanity Fair” la Santanché ha raccontato cosa le ha fatto male di questa situazione. 

Flavio-Briatore

Si sente “in super forma”, Flavio Briatore. “Pronto per ripartire”.

Il patron del Billionaire è in attesa di guarire dal Coronavirus e lasciare l’isolamento domiciliare nella residenza milanese dell’amica Daniela Santanchè, dove si trova da sabato 29 agosto, dopo quasi una settimana di ricovero al San Raffaele. Intanto Briatore è tornato a parlare sui social.

Flavio Briatore rassicura i fan e difende Zangrillo

Briatore sto bene IMG-20200907-144921

Ecco che cosa ha detto nel video Briatore, sorridente, ma con la voce un po’ affaticata rispetto al solito:

“Ciao amici, follower, non sono spartito. Eccomi qua. Sto bene, e vi ringrazio per tanti messaggi di affetto che ho avuto in questi giorni. Io continuo il mio isolamento, speriamo che finisca il prima possibile, ho voglia di ricominciare ma nel frattempo sono occupato. Stiamo monitorando tutto quello che succede”.


Leggi anche: Andrea Scanzi ridicolizza Daniela Santanchè

Ha aggiunto l’ex general manager di Formula 1, classe 1950:

“Il tempo passa abbastanza velocemente. Sono nelle mani del professor Zangrillo (che ha in cura anche Silvio Berlusconi, ndr), che non è solo bravo, di più. Per cui sto bene. In super forma, pronto per ripartire. Dobbiamo ripartire, alé. Un abbraccio a tutti. Ne sono passate tante, anche questa passerà. L’importante è sempre aver voglia di andare avanti e non fermarsi mai”. E infine scandisce: “Non ci fermeremo mai”.

Daniela Santanché sugli insulti per ospitalità a Briatore

daniela-santanchè-

Per aver aperto le porte di casa sua a Milano a Briatore – residente a Monte Carlo – l’amica Daniela Santanché è stata duramente attaccata in Rete e ricoperta di insulti.

Ha confessato la Santanché a “Vanity Fair”:

“La cosa che mi ha fatto rimanere male è che questa scelta di voler ospitare Briatore sia passata come una cosa brutta, mentre io penso che l’amicizia sia un valore importante e, soprattutto, che deve essere dimostrata a un amico nel momento del bisogno. Penso che se a farlo fosse stato qualcuno ‘dall’altra parte’, non di destra, avrebbero detto che si trattava di un gesto nobile“.

Ha ammesso “La Pitonessa”:

Ci vuole una certa organizzazione, non è semplice: distanziamento, mascherine. Bisogna disinfettare, prestare molta attenzione a tutto. Avere dei locali dove la persona stia isolata da tutti gli altri e ciò presuppone anche la necessità di avere una casa di ampie dimensioni”.


Potrebbe interessarti: Flavio Briatore, guarito, abbandona la casa della Santanché

Ha aggiunto:

Mi sono preoccupata per mio figlio, per il mio compagno, ma poi parlando con i medici capisci che basta fare le cose utilizzando il buonsenso, credo anzi che sia molto più pericoloso andare per esempio a un evento politico, dove magari c’è molta gente che ti chiede fotografie e tu dai il gomito ma loro ti vogliono dare la mano, accetti di fare un selfie ma ti chiedono di togliere la mascherina e ovviamente non sai se qualcuno è in realtà un contagiato asintomatico“.

Cristina Damante
  • Autrice
  • Esperta in: Gossip, Serie Tv e Reali d'Inghilterra
  • Laureata in Scienze della Comunicazione
  • Fonte Google News
Suggerisci una modifica