Azzurre a Tokyo 2020

Francesco Sarcina, il dramma: droga e separazione

15/02/2021

Al Corriere della Sera, Francesco Sarcina, leader delle Vibrazioni, ha raccontato la sua difficile gioventù, i problemi con la droga, dovuti anche alla separazione con la moglie Clizia Incorvaia. Ora sta bene, è uscito dal tunnel ed è un attento papà di due figli…

francesco-sarcina

Una vita difficile, da romanzo quello di Francesco Sarcina che ha raccontato tutto in un libro. La sua infanzia, l’adolescenza con la mamma che lo abbandona da adolescente, il padre depresso, un nonno con un proiettile in pancia, un bisnonno omicida. Poi lo spaccio di cocaina le periferie milanesi della Barona e di Gratosoglio. Per fortuna c’è sempre stata la musica a non lasciarlo mai solo. Si perché l’amore con Clizia Incorvaia è finito come il loro matrimonio e pure l’amicizia con Riccardo Scamarcio, suo testimone di nozze che ha tradito la sua fiducia, lo ha tradito con sua moglie.


Leggi anche: Isola dei famosi: ecco la verità su Francesco Monte e la droga

Ha scritto un libro sulla sua vita dal titolo ‘Nel mezzo’ con la prefazione di J-Ax, che l’ha aiutato a disintossicarsi, e la postfazione di Paolo Ruffini, che scrive che Francesco è bravissimo ad autodistruggersi volentieri, ma è anche bravissimo a rialzarsi.

Un libro autobiografico per rispondere a tante cattiverie

Clizia-Incorvaia sarcina

Un libro per raccontare la sua verità, quella di Francesco Sarcina. Una storia che racconta in anteprima al Corriere della Sera:

“Quando io e mia moglie ci siamo lasciati, in tv si è scatenato un salottino di basso profilo. Tutti parlavano di me come se fossi solo la fine di quella relazione e non 25 anni di musica, di palchi sudati. Mi ha fatto profondamente male perché sono il papà di due figli a cui devo qualcosa”.

Il cantante de Le Vibrazioni parla di Nina che ha 5 anni e mezzo e per teme il momento in cui avrà l’età per leggere su Internet certe cose sul padre. L’altro è Tobia che di anni ne ha 14, Un bambino che ha sofferto.

Francesco Sarcina si è legato a un letto con l’aiuto di J-Ax

francesco-sarcina-a-verissimo

Francesco Sarcina confessa di essere stato arrabbiato con la vita e con le donne. Per lui anche il sesso era diventato cattivo, rabbioso. Poi racconta che preso il diploma, si era messo a fare il manovale, si spaccava la schiena, poi “andavo in giro a suonare, rimorchiare e ammazzarmi di canne”. Poi il crollo: “Col tempo, alcol e coca hanno preso il sopravvento. L’alcol è la droga peggiore, la più subdola”. Lo ha salvato la musica.  Ora sta bene, ha superato il momento buio della sua vita. “Ora sento le voci, parlo con le piante e vedo gli spiriti“.


Potrebbe interessarti: Striscia la notizia minaccia Alessia Marcuzzi e l’Isola dei famosi?

Come ne è uscito Francesco Sarcina?

“Mi sono chiuso in casa per cinque mesi. Mi sono legato al letto. J-Ax mi ha suggerito di fare tutti gli abbonamenti a Netflix e simili. L’ho deciso mentre mi stavo separando, il giorno in cui mi hanno detto che forse avevo un tumore: ho sentito dentro così tanta violenza e cattive- ria che non ho dormito. Quella notte, non ho visto la mia vita, ma quella dei miei figli. Mi sono detto: di questo passo non avranno un padre…”.

Per fortuna non era un tumore, era una semplice tiroide, ma quello spavento gli ha aperto gli occhi. E la sua vita è cambiata…

Ludovico Merlo
  • Iscritto all'Ordine dei Giornalisti della Lombardia, elenco Professionisti
  • Esperto in: TV, Spettacolo e Gossip
  • Fonte Google News
Suggerisci una modifica