Gerry Scotti abbandona: Paolo Bonolis prende il suo posto?

06/11/2020

A causa della positività al Covid riscontrata in Gerry Scotti, al momento in quarantena, potrebbero saltare le puntate di “Caduta libera” su Canale 5. Al posto del quiz potrebbero andare in onda quelle registrate nei mesi scorsi, prima del primo lockdown, e mai trasmesse, di “Avanti un altro!” su Canale 5. 

paolo-bonolis

Come è successo nella prima ondata della pandemia, la seconda avanzata del Covid travolge anche la tv con inevitabili cambi di palinsesto. 

“Avanti un altro!” al posto di “Caduta Libera”?

paolo-bonolis-luca-laurenti-avanti-un-altro-1280×720-1

Tra cambi di conduttori in corsa (come il caso di X Factor, con Daniela Collu che prenderà le redini stasera del talent al posto di Alessandro Cattelan, risultato positivo) e presentatori che vanno in onda da casa (come Carlo Conti, anche lui positivo, a Tale e Quale Show) a rischiare di saltare per qualche puntata, in area Mediaset, è “Caduta Libera” di Gerry Scotti su Canale 5.

Il noto quiz show potrebbe subire uno stop dopo che il conduttore è risultato positivo al tampone. Gerry è in quarantena e non ha più potuto registrare nuove puntate della trasmissione.


Leggi anche: Privato: Gerry Scotti: l’intervista su Tv Sorrisi e Canzoni

Ma non c’è solo quello. Il nuovo DPCM, in vigore da venerdì 6 novembre, inserirebbe la Lombardia, dove viene registrato il programma, tra le regioni rosse in cui non si potrà entrare o uscire senza un valido motivo. A questo punto Mediaset potrebbe utilizzare le registrazioni inedite di “Avanti un altro!”, circa una cinquantina, che ha ancora in archivio e che non sono state usate nel primo lockdown.

GERRY SCOTTI1

Ci si chiede, dunque, se momentaneamente sarà Paolo Bonolis a prendere il posto di Gerry Scotti nella fascia preserale di Canale 5, nella quale tradizionalmente i due conduttori si alternano.

Nel frattempo, a Roma, vanno avanti le registrazioni delle puntate inedite di “Avanti un altro!” che – Covid permettendo – dovrebbero essere trasmesse da gennaio 2021.

Si tratterà di una piccola rivoluzione per il programma, che deve tenere conto delle misure restrittive necessarie in tempo di pandemia, dal distanziamento sociale del pubblico, numericamente inferiore rispetto al solito, all’utilizzo di mascherine. La stessa conduzione di Bonolis, nelle sue interazioni con protagonisti del Salottino e concorrenti, potrebbe risentirne.

Cristina Damante
  • Autrice
  • Esperta in: Gossip, Serie Tv e Reali d'Inghilterra
  • Laureata in Scienze della Comunicazione
  • Fonte Google News
Suggerisci una modifica