GF Vip 7: le prime parole di Marco Bellavia dopo il reality

Francesca Naima Bartocci
  • Master in Comunicazione e Marketing d'impresa
  • Laureata in Lettere
12/10/2022

Il “caso Bellavia” è stato uno degli eventi (negativi) più discussi della settima edizione del GF Vip 7. L’ex conduttore di Bim Bum Bam, trattato in maniera irrispettosa e senza sensibilità perché malato, è uscito dalla Casa per salvaguardarsi, e ora è intervenuto a riguardo per la prima volta.

GF Vip 7: le parole di Marco Bellavia

Marco Bellavia ha partecipato al GF Vip 7 come concorrente per poco tempo, perché arrivato allo stremo dopo avere avuto un’esperienza che ha indignato i più.

Proprio attraverso il settimanale firmato Alfonso Signorini, Marco Bellavia è tornato a parlare pubblicamente. Nel numero di Chi in edicola oggi, mercoledì 12 ottobre, l’ex concorrente del noto reality ha toccato svariati argomenti, dalla sua storia, alla recente esperienza televisiva fino alla malattia.

Marco Bellavia tra passato e presente, la salvezza? Il figlio

GF Vip 7: le prime parole di Marco Bellavia dopo il reality

Il numero di Chi disponibile da oggi in edicola ha come protagonista Marco Bellavia il quale ha posato per insieme all’amato figlio 15enne, il suo “Punto di riferimento” e il suo sorriso.

Il mio punto debole nel lavoro è stata la sensibilità e io mi sono difeso sorridendo e cercando di mantenere un distacco, mi paravo dietro a questo muro per nascondere le mie debolezze. Ma poi, quando mi sentivo penalizzato o messo da parte, reagivo in modo aggressivo. A Mediaset, ai tempi, ho litigato con tutti, persino con i dirigenti: giocavamo a calcio insieme e a volte ci si scontrava durante le partite.

Ha detto di sé e del suo carattere Marco Bellavia, il quale ha poi anche ricordato la storia con l’ex Paola Barale:

Lei lavorava a La ruota della fortuna, io a Bim bum bam. Eravamo belli. Dopo tre anni è finita perché eravamo giovani, dovevamo fare le nostre esperienze. Dicevano che mi avrebbe lasciato perché era diventata più famosa di me, ma non era così. Avremmo dovuto anche sposarci, io le ho regalato un anello e lei mi ha regalato una Harley-Davidson. Poi ha sposato Gianni Sperti.

E per quanto riguarda il convivere con la depressione, Bellavia ha detto:

Sono tutte facce di un disagio che si è deciso di scomporre, ma il problema iniziale è sempre lo stesso: paure nascoste, mancanze, fragilità, insicurezze, scelte sbagliate. Il disagio, che sia sulla sessualità, sull’aspetto fisico, sulla percezione di sé, è lo stesso. Spero che la mia storia sia d’esempio. La gente mi ferma parlando dei propri dolori. Se ti dicessi che sono entrato nella Casa sperando che potesse venire fuori questo problema ci crederesti? Ma non ho deciso di stare male: ho provato disagio e ho vissuto davvero quello che avrei voluto solo raccontare rispetto al mio passato.