GF vip 7: Nikita Pelizon censurata da Mediaset

Arianna Preciballe
  • Laureata presso il NID - Nuovo Istituto Design
12/11/2022

Nikita Pelizon è una delle protagonista della nuova edizione del Grande Fratello 7, in cui si è aperta al pubblico e si è raccontata a 360 gradi. La ragazza, però, è anche molto spesso criticata; eppure lei sembra esserci abituata; anche in passato era finita al centro delle polemiche per via di una pubblicità molto discussa.  

GF vip 7: “censurata”

Nikita Pelizon è un personaggio molto particolare ma proprio per via del suo carattere ha diviso molto il pubblico, così come i suoi compagni di avventura.

La ragazza inizialmente è stata attaccata da Cristina Quaranta, che non gradiva il suo sorriso sempre stampato sul viso e che non si fidava del fatto che la sua fosse un’arma di difesa. 

Di recente, invece, è stata Elenoire Ferruzzi a prendersela con la triestina ma in quel caso Signorini aveva deciso di mandare la donna ad un televoto flash, cosa che le era costata l’eliminazione.

Anche se ora sembra aver trovato url suo equilibrio nella Casa, però, alcuni degli utenti del web sono tornati a prendersela con lei. Il motivo? Un vecchio video risalente a qualche anno fa in cui la donna sponsorizza alcuni se* toys!

GF Vip, Nikita nello spot “censurato”

GF vip 7: Nikita Pelizon censurata da Mediaset

Lo spot incriminato è della linea MySecretCase, piattaforma online dedicata alla vendita di giochi erotici, abbigliamento se*y e altro per uomini e per donne.

L’azienda cerca da sempre di rompere i tabù relativi alla sessualità e anche qualche tempo fa, per farlo, scelse di farsi conoscere meglio con uno spot davvero particolare.

Un mondo dove le donne non sono oggetti sessuali, ma possono averli tutti.

recitava la pubblicità, in cui la protagonista era la modella allora 22enne Nikita Pelizon. La réclame in questione era stata trasmessa in tv e aveva (come previsto) aveva sollevato polemiche e critiche.

La campagna, che era mirata a capovolgere la prospettiva del mercato legato all’erotismo, aveva puntato tutto sulla donna che, da oggetto di piacere, si trasformava in possessore di oggetti capaci di dare piacere a lei.

Sulla piattaforma Discovery e su Cielo, invece, era andata in onda una versione un po’ più esplicita dello stesso spot dove tuttavia la protagonista era sempre la gieffina. Che ne pensate?