GF Vip: la gaffe di Signorini fa infuriare Zelletta

Silvia Tironi
  • Esperta in TV e Spettacolo
22/12/2020

Nuova gaffe di Alfonso Signorini che durante la diretta del Grande Fratello Vip sbaglia ancora il nome di un concorrente, mandandolo su tutte le furie. Ecco la reazione dell’ex tronista di Uomini e Donne, Andrea Zelletta.

signorini

Alfonso Signorini, dopo tre mesi di Grande Fratello Vip, pare non riesca ancora a ricordare bene i nomi dei suoi vipponi. Lo ha ammesso lui stesso, se ce ne fosse stato in effetti bisogno, durante la diretta di lunedì 21 dicembre 2020. Per la seconda diretta consecutiva, infatti, ha fatto una tremenda gaffe con Andrea Zelletta. Il conduttore proprio non riesce a tenersi a mente il suo cognome e il rimando ad Andrea Damante, storico ex fidanzato di Giulia De Lellis, è immediato. Come dicevamo, per la seconda settimana consecutiva è un attimo passare da Andrea Zelletta ad Andrea Damante.

Che cos’hanno in comune Zelletta e Damante?

ANDREA DAMANTE 1Andrea Zelletta

In effetti i due hanno più di una cosa in comune: il nome di battesimo e la partecipazione a Uomini e Donne di Maria De Filippi come tronisti: Zelletta è uscito dal programma insieme con Natalia Paragoni e sono felicemente fidanzatissimi e innamoratissimi (tra l’altro ha dichiarato di sentire il desiderio di diventare papà insieme a lei), Damante era uscito con la De Lellis, con la quale ha avuto una bellissima storia d’amore.

Ma a Zelletta di essere chiamato Damante proprio non va e dopo essersi palesemente dimostrato infastidito la scorsa settimana, facendo un’ espressione che era tutto un programma e che lasciava poco spazio alla immaginazione, durante la puntata del GF Vip di lunedì ha proprio redarguito il conduttore Alfonso Signorini.

La gaffe di Alfonso Signorini

scontro-andrea-zelletta-giacomo-urtisEcco cosa è accaduto: Signorini chiama Andrea Zelletta in confessionale. Ancora una volta sbaglia il cognome. Il vippone si risente un po’ e gli dice: “Alfonso ricordati la barzelletta, togli bar e ti rimane Zelletta”.