GF Vip: Marco Bellavia bullizzato? Gli sponsor prendono le distanze

Arianna Preciballe
  • Laureata presso il NID - Nuovo Istituto Design
03/10/2022

Quello che è successo a Marco Bellavia, uno dei concorrenti della Casa più spiata d’Italia, ha fatto davvero storcere molti nasi. Tra coloro che si sono indignati di fronte alla sua uscita dalla casa, però, ci sono stati anche molti degli sponsor della settima edizione del Grande Fratello Vip.

GF Vip: Marco Bellavia bullizzato? Gli sponsor prendono le distanze

Nella scorsa puntata del Grande Fratello Vip, andata in onda giovedì scorso, gran parte dei concorrenti in gara ha nominato Marco Bellavia, accusandolo di non essere abbastanza integrato nel gruppo e di non riuscire a stabilire rapporti con nessuno.

L’uomo, che nel corso della sua avventura ha più volte ammesso di vivere un forte disagio nella Casa, ha chiesto aiuto ai suoi coinquilini ma, in molti, si sono rifiutati di tendergli una mano e, anzi, si sono scagliati ancora di più contro di lui.

L’ex volto di Bim Bum Bam, così, si è ritirato dal reality, stanco di essere incompreso, bullizzato e preso di mira per quelli che lui stesso ha ammesso essere problemi di salute mentale.

Il pubblico, di fronte a quanto successo, si è davvero indignato; anche alcuni sponsor, però, non hanno gradito quanto successo nella Casa.

GF Vip: gli sponsor indignati per…

GF Vip: Marco Bellavia bullizzato? Gli sponsor prendono le distanze

Amica Chips è da sempre sinonimo di amicizia, condivisione, integrazione. Il nostro intento è sempre stato quello di unire e non dividere, rallegrare ed alleggerire i momenti, non appesantirli.

si legge in una nota divulgata poco fa da Amica Chips, in cui il brand ha voluto prendere le distanze quanto successo, che ha portato Marco ad abbandonare il gioco.

Ci dissociamo ovviamente da ciò che accade dentro la casa del Gf Vip, ci dissociamo dalle persone che permettono tali comportamenti e che li assecondano, cosa che NON facciamo NOI essendo sponsor del programma ma non fautorisostenitori di ciò che i protagonisti fanno e dicono.

ha fatto sapere il marchio di patatine. Anche TooA, società di gelato che rifornisce il loft di Cinecittà, si è detta distante da quanto successo, sottolineando di essere “costernata per quanto accaduto” e riferendo di aver già invitato una nota ufficiale a Mediaset per segnalare comportamenti “inaccettabili e lesivi”.

Persino Alex Belli ha voluto commentare la questione.

Lo spettacolo finisce nel momento in cui ci si dimentica dell’umanità. Fare intrattenimento è un’altra cosa, parliamo tanto di patologie e malattie e di parità, ma quello che stiamo vedendo non è nient’altro che ottusità e disumanità.

A lui, però, hanno fatto eco anche Francesco Oppini, Tommaso Zorzi e tanti altri.

Le persone in difficoltà si aiutano, non si lasciano marcire in un angolo ad affogare nelle proprie debolezze. Arrivare addirittura ad aggredirle e isolarle a favore del branco, dello spettacolo o di un televoto va oltre il “bullismo” e diventa una cosa sola: “VIOLENZA”.

ha scritto l’influencer milanese, furioso per quanto successo. Voi cosa ne pensate?