Gf Vip sconvolgente: Adua stuprata a 12 anni

17/10/2020

Ieri sera Adua Del Vesco è stata di nuovo una delle protagoniste della puntata. Stavolta, però, no si è trattato di vecchi amori o agenzie-setta ma di un drammatico episodio avvenuto nel suo passato!

Adua-del-vesco-copertina-meteoweek

Nella settimana passata Adua è stata chiamata a raccontare sulla lavagna in vetro la sua storia. Così, armata di pennarelli colorati ha cominciato a parlare del suo percorso, dall’infanzia ad oggi.

Oltre alle finte storie con Massimiliano e Garko, oltre alla fantomatica agenzia che l’ha tenuta lontano dai suoi cari e le ha fatto passare davvero un brutto periodo, però, c’è qualcosa che Adua non aveva ancora raccontato e che ieri è venuto fuori.

In puntata, infatti, Alfonso ha chiamato la ragazza nella Led room e, davanti al pubblico, ha fatto scorrere le immagini in cui lei racconta il suo tragico passato.


Leggi anche: Gf Vip: Tommaso e Stefania duri con Adua. “Qualcosa non torna!”

Adua Del Vesco: vittima di stupro a 12 anni

C-18-video-19004-upiThumbnail

La vita di Adua non è stata facile.Tutto, però, è cominciato a 12 anni, quando lei salì ingenuamente in macchina con un suo conoscente finendo però per venire stuprata! 

Adua ha convissuto per anni con questo doloroso segreto e solo due anni fa lo ha raccontato a sua madre. Gli abusi, poi, l’hanno molto condizionata anche nelle relazioni successive con gli uomini e, probabilmente, hanno contribuito al periodo passato tra anoressia e depressione.

Le forti dichiarazioni dell’autrice, però, hanno diviso il pubblico. Nonostante molti, infatti, le diano il proprio appoggio tanti altri hanno manifestato sui social il loro scetticismo. Crederle dopo tutte quelle “bugie”, infatti, non è facile per qualcuno!

Arianna Preciballe
Laureata in Fashion Design
Esperta di: Moda, Design e Gossip
  • Fonte Google News
  • Suggerisci una modifica
    Iscriviti alla Newsletter

    Vuoi restare aggiornato sulle notizie, le anticipazioni e le curiosità sul mondo del gossip e della TV? Registrati ora gratuitamente alla nostra newsletter