Gf Vip: Soleil in lacrime, “C’è qualcosa che non mi torna”

Francesca Naima Bartocci
  • Esperta in TV e Spettacolo
07/11/2021

Nell’ultima puntata del Grande Fratello Vip Soleil Sorge si è confrontata con Delia Duran e questo ha fatto crollare molte delle sue certezze. La moglie di Alex Belli ha portato l’influencer alle lacrime e al bisogno di conforto.

soleil-sorge-1-1-1

Dopo aver parlato con la moglie di Alex Belli, Delia Duran, Soleil Sorge è andata in crisi. E così nel cuore della notte ha sentito il bisogno impellente di confidarsi con delle amiche per trovare affetto, ascolto e conforto. Per questo Soleil Sorge si è sfogata con le amiche Manila Nazzaro e Katia Ricciarelli.

Soleil Sorge tra le lacrime ha raccontato alle amiche di aver molto sofferto per l’incontro avuto con Delia Duran:

Cioè, mi sono sentita dire che sono una gatta morta e che devo vergognarmi. Alcune cose che mi ha detto mi hanno toccata davvero. Perché deve essere la donna a fermare l’uomo?! Ma poi davvero tra me e Alex c’è amicizia. Magari lui si può essere espresso in maniera sbagliata in sauna, ma siamo amici.

Dopo l’incontro con la moglie di Alex Belli però Soleil Sorge ha riflettuto con più calma e lucidità su quanto avvenuto nel corso del Grande Fratello Vip, rendendosi conto che effettivamente alcuni comportamenti di Alex Belli si prestavano a una interpretazione più ambigua.

Soleil Sorge disperata: che sia tutta opera di Alex Belli e Delia Duran?

raffaella-fico-contro-soleil-sorge-C-1-article-26871-launch-horizontal-image

La puntata appena trascorsa del Grande Fratello Vip è stata estremamente difficile per Soleil Sorge, che ora ripercorre le tappe di quanto accaduto grazie al supporto delle amiche Manila Nazzaro e Katia Ricciarelli, per comprendere meglio cos’è successo. Ma riflettendo a mente fredda, Soleil Sorge arriva a una conclusione da colpa di scena:

Io inizio a pensare che entrambi abbiano giocato a questo gioco. Le sto pensando tutte. Lei ad esempio secondo me ha detto che sono una gatta morta per provocarmi e farmi sclerare. Lui poi in effetti ha detto cose fraintendibili sulla nostra amicizia. Mi sento strumento di una roba che non mi appartiene. C’è qualcosa che non mi torna.

E conclude con un pesante sfogo di accusa:

Ci sono persone fuori che fanno cose, tipo determinati agenti. Fidatevi che queste persone strumentalizzano, aizzano e creano cose. Ho pensato anche ad un certo punto che forse sta giocando lui a far passare questa cosa!