Grande Fratello cosa ha scritta sulla maglietta Luigi Favoloso?

17/05/2018

Svelata la frase sessista di Luigi Favoloso scritta con il rossetto sulla maglietta: il Grande Fratello non poteva non squalificare il concorrente, ecco cosa rischiava il Grande Fratello
favolo-lucarelli-maglietta-scritta

Luigi Favoloso, dopo diverse settimane di polemiche e comportamenti decisamente sopra le righe, è stato squalificato dal Grande Fratello: un carattere forte, forse troppo, e una mancanza di tatto nei confronti delle donne, hanno portato l’ex fidanzato di Nina Moric ad essere espulso.

Il campano, non contento di essere stato prima punito con una nomination diretta (per aver offeso pesantemente Aida) e dopo aver ricevuto un ulteriore richiamo, per aver offeso la fidanzata di Simone Coccia (Stefania Pezzopane esponente del PD), ne ha combinata un’altra, costringendo la produzione ha mandarlo via dal gioco.

Perché Luigi Favoloso è stato espulso dal Grande Fratello?


Leggi anche: Grande Fratello Luigi Favoloso sotto attacco

barbara-d-urso-elimina-luigi-favoloso

Durante la diretta di lunedì sera, Barbara D’Urso ha comunicato a Luigi Favoloso di essere stato espulso: la motivazione ha sorpreso un po’ tutti, tranne lui.
Secondo il racconto di Barbara D’Urso, qualche notte fa, il giovane avrebbe protestato contro la direzione del programma per non aver ricevuto le sigarette: oltre a inveire contro gli autori, Favoloso avrebbe scritto su una maglietta bianca una scritta sessista con il rossetto.

Essendo accaduto alle quattro di mattina, le telecamere erano spente e nessuno, fino a oggi, conosceva la natura della scritta.

Cosa ha scritta sulla maglietta Luigi Favoloso?

luigi favoloso salvo grande fratello

Ebbene, le ultime rivelazioni affermano che Luigi Favoloso sulla maglietta avrebbe scritto una frase offensiva contro Selvaggia Lucarelli, opinionista con cui non ha mai avuto un buon rapporto

Selvaggia str**za

Offesa imperdonabile visto il clima creatosi intorno al programma: se fosse trapelata la notizia dell’accaduto e la produzione non avesse punito il concorrente, il danno d’immagine sarebbe stato ben più grave