Il Collegio 5, Carlo Santagostino: carriera, informatica e Instagram

03/12/2020

Il sesto episodio de Il Collegio è stato una vera sorpresa. Siamo quasi arrivati alla fine del percorso e per i nostri ragazzi si avvicina l’esame della licenza media. Ce la faranno i 16 studenti rimasti a rimanere fino alla fine? Nel frattempo, scorriamo nella nostra lista professori e conosciamo il professore di informatica, Carlo Santagostino.

WhatsApp Image 2020-12-02 at 15.18.02 (1)

Dall’ultima puntata de Il Collegio 5 siamo rimasti scioccati. Alessandro Andreini e Ylenia Grambone sono stati espulsi a causa del loro comportamento nella lezione del professor Maggi e i ragazzi sono rimasti senza parole. La classe di questa edizione è molto vivace e già dall’inizio della puntata vediamo dei danni. Tra questi abbiamo il letto di Zigliana che viene incrinato, la disattenzione della Cristini e la Grambone e la convocazione di alcuni genitori. Le tematiche trattate di questa settimana sono state la mafia, l’autogestione e elezioni. Tuttavia, mentre aspettiamo con trepidazione il prossimo episodio, proseguiamo con la nostra lista.


Leggi anche: Il Collegio: Claudia Dorelfi sparita dai social?

Oggi scorriamo tra i nostri professori. Arriva il momento di parlare di un grande studioso e di un uomo molto intelligente: Carlo Santagostino, circa 50enne proveniente da Milano.

Carlo Santagostino: vita privata

carlo-santagostino

Carlo Santagostino è un informatico e imprenditore, sviluppatore di videogiochi e professore de Il Collegio nella cattedra di informatica. L’uomo ha circa 50 anni ed è nato a Milano.

La sua intelligenza e il suo successo a livello di carriera è formazione è molto alto! Carlo, infatti, si occupa di spiegare quali siano innovazioni dell’informatica sviluppate durante gli anni di ambientazione de Il Collegio. Della vita privata privata dell’uomo sappiamo ben poco.

Secondo quando riportato dal suo profilo Facebook, l’uomo si è sposato il 12 Settembre 1998 ma non abbiamo alcuna testimonianza che possa dare più informazioni riguardo la coniuge. Nemmeno della sua famiglia sappiamo molto, tuttavia da qualche foto possiamo dedurre che il nostro docente possa avere un figlio.

Carlo Santagostino: carriera e successi

Nonostante sia nato a Milano, Carlo sembra essersi stabilito a Rovigo. La sua passione per l’informatica è stata forte fin dall’infanzia ed è infatti lui stesso che ci ci confessa di aver iniziato a programmare fin da giovanissima età: “Ho imparato a programmare a dodici anni e non ho più smesso”.


Potrebbe interessarti: Il Collegio: Piccamiglio Alysia che mischia Gandhi e i Like

Ai suoi quindici anni ha già diverse programmazioni con la Sinclair ZX Spectrum, Commodore 64 e Amiga. Con gli inizi degli anni ‘90 comincia ad essere parte delle redazioni delle riviste italiane di videogame “The game machine” e “Zzap!”. Come tecnico esperto, partecipa anche ad alcuni documentari televisivi riguardanti i videogames. Sviluppa, inoltre, l’enciclopedia Groelier della CDTV, pubblicata su CD-Rom.

WhatsApp Image 2020-12-02 at 15.18.02

Grazie alla sua forte preparazione e alla volontà di sollecitare una maggiore divulgazione della sua materia, Massimo nel 2010 fonda l’associazione culturale “RetroCampus”, dove promuove la storia dell’informatica, del videogioco e del personal computer. È anche conduttore del podcast “Archeologia informatica” per “Runtime: la radio Geek”, di cui è il fondatore.

Dal 2017 fonda anche l’associazione Vintage Computer Club Italia, con la quale crea una rete di esperti in informatica, volta a diffondere la scienza e la tecnologia. Sul piccolo schermo compare nel 2019 con la quarta edizione de “Il Collegio”, proseguendo fino ad oggi.

Carlo Santagostino: Instagram e non solo

WhatsApp Image 2020-12-02 at 15.18.03

L’account Instagram del nostro docente conta con circa 1,7mila follower. Tuttavia, nonostante il suo profilo sia ancora abbastanza modesto, siamo sicuri che continuerà a crescere grazie alla notorietà del docu-reality. Nella biografia dell’account possiamo leggere a grandi linee il suo campo lavorativo.

Oltre a vedere qualche esperienza all’interno del programma, il profilo di Carlo è pieno di spunti di riflessioni a livello di informatica e tecnologia. Da illusioni ottiche a delucidazioni scientifiche, il docente utilizza il suo profilo anche come strumento di formazione. Il nostro professore ha anche un account su Youtube: qua il docente ripropone la sua podcast “Archeologia informatica”, dove ripropone strumenti tecnologici sviluppati nel tempo.

Iscriviti alla Newsletter

Vuoi restare aggiornato sulle notizie, le anticipazioni e le curiosità sul mondo del gossip e della TV? Registrati ora gratuitamente alla nostra newsletter