Il Collegio, Simone Casadei: la vergogna e la lezione morale

19/11/2021

Simone Casadei è stato uno dei protagonisti più in vista di questa edzione de Il Collegio 6: nell’intervista rilasciata a Coming Soon l’ex allievo ha confessato tutta la sua vergogna rivelando il motivo del suo comportamento così turbolento

Simone Casadei

Continua il successo della sesta edizione de Il Collegio, il reality dedicato al mondo dei teenager in onda su Rai 2 che (un po’ a sorpresa) è riuscito a riaccendere l’interesse per un format dato per molti come spacciato e finito.

Uno dei protagonisti di questa nuova edizione, è stato sicuramente Simone Casadei, 16enne di Coriano che è riuscito a farsi espellere dal programma grazie al suo comportamento sopra le righe, comportamento definito da molti come “terribile” e inadatto per una scuola (se pur di un reality).
Il gesto che ha fatto scattare l’espulsione, è stato l’opera di pianificazione per boicottare la supplente di matematica: il ragazzo ha superato il limite, arrivando per fino a rubare.
Intervistato da Coming Soon, Simone ha voluto svelare un po’ del suo io dimostrando un piccolo salto di maturità


Leggi anche: Grande Fratello Simone Coccia in lacrime

“L’avventura al Collegio mi ha cambiato, in particolare nei modi di fare e di esprimermi nei confronti delle persone più grandi di me… Io l’idea di stare in classe non la sopporto, non sopporto di stare seduto cinque o sei ore in un banco ad ascoltare un’altra persona che, per la maggior parte delle volte, esprime argomenti che non mi interessano”.

Simone Casadei torna single dopo Il Collegio

Simone ha poi raccontato alcuni dettagli della sua vita sentimentale, confermando di essersi lasciato con la sua fidanzata

“No, non è lei quella giusta; infatti, appena uscito dal Collegio ci siamo lasciati ed è finita lì”

I suoi compagni di viaggio già gli mancano molto e, i legami creati durante il programma, sono una delle cose più belle che si porterà dentro

“Svegliarmi la mattina e vedere altre persone accanto a me che mi vogliono bene, penso sia la cosa più bella che porterò con me perché anche se siamo tutti caratterialmente diversi ci trovavamo molto bene insieme”.

E infine un bilancio sulla sua esperienza nel programma, esperienza che lo ha profondamente segnato

“Dal primo giorno che ho visto Maria Sofia sono sempre stato dalla sua parte.. L’ho sempre protetta e le ho sempre detto di non farsi mettere i piedi in testa da nessuno. Una persona è libera di fare le proprie scelte.. se dobbiamo ascoltare le altre persone a questo punto dove saremo? Sono sempre stato una persona che aiuta gli altri nei momenti in cui sono in difficoltà, questa è una cosa che potete chiedere a chiunque (mio conoscente) e sono sicuro che lo confermeranno. Secondo voi perché nell’ultimo post ho scritto “non fermatevi alle apparenze?”.


Potrebbe interessarti: Il collegio: anticipazioni prima puntata 27 ottobre 2020

E infine la vergogna

“Loro hanno dimostrato che sono così menefreghista arrogante e se si può dire anche un po’ bambino.. da una parte me ne vergogno ma ormai e andata così… Crescere? Io devo crescere siamo seri? Vabbè lasciamo stare. Passerò per quello che non sono Ragazzi vi voglio dire che nella vita ci sarà sempre quella persona di me**a che vi giudicherà per quello che siete, vi tratterà male magari anche in maniera assai cattiva. Il mio consiglio e di non ascoltare nessuno so che è molto difficile. Tanto noi in fin dei conti dove viviamo? Viviamo in un mondo che si basa sulle apparenze, che la maggior parte delle volte ingannano. Io sono così mi ritengo una persona buona di cuore voglio dimostrarvelo e sono pronto ad aiutare sempre il prossimo”.

Anna Vitale
  • Laureata in Scienze della Comunicazione digitale e d’impresa
  • Esperta in: TV e Gossip
  • Fonte Google News
Suggerisci una modifica