Il Paradiso delle Signore: abusivi gli studi Rai

12/01/2021

Il Paradiso delle Signore, la fiction di successo di Rai 1, rischia di doversi fermare le riprese. Questa volta non c’entra la pandemia, gli studi in cui viene girata la serie sarebbero abusivi e da demolire.

il-paradiso-delle-signore-riccardo-guarnieri-sara-diviso-tra-l-ex-nicoletta-e-ludovica-2503292

Il titolo de Il Messaggero lascia pochi dubbi: “Il Paradiso delle Signore, set abusivo a Roma per la fiction Rai. Il Tar: deve essere demolito”. Un titolone che rispecchia la sentenza del Tribunale amministrativo del Lazio che si è pronunciato sulla demolizione del set dall’amatissima fiction di Rai 1.

Insomma la fiction ispirata al romanzo di Émile Zola, viene registrata in un set costruito abusivamente all’interno del Parco di Veio, in un’area protetta, che è riserva naturale. Il Comune di Roma e l’Ente Parco da due anni hanno disposto la demolizione della struttura. Il ricorso presentato dalla Videa Studios spa, la società proprietaria degli studi cinematografici, è stato respinto dai giudici. Ora cosa succede ai protagonisti del Grande Magazzino milanese?


Leggi anche: Il Paradiso delle Signore è finito ? Quando tornerà?

Fellini e Monicelli hanno girato grandi opere

studi vide paradiso

Si sta parlando dei famosissimi studi Videa dove registri come Federico Fellini, Pietro Germi e Mario Monicelli hanno girato molti dei loro capolavori come Amarcord, Divorzio all’italiana e I soliti Ignoti.

Studi nel tempo sanati e condonati. Ma non una parte. Perché da un sopralluogo effettuato dall’Ente Parco e dal Campidoglio si è scoperto che il set della fiction Rai sarebbe abusivo, perché situato all’interno del perimetro protetto e privo delle autorizzazioni necessarie. “Non ne sapevamo nulla, ci è stato detto che i permessi per costruire il set erano in regola”. La giustificazione di Giannandrea Pecorelli, produttore della serie con la sua Aurora Tv, è valida. Infatti la casa di produzione e la Rai non sono menzionate nella sentenza, che riguarda unicamente gli studi cinematografici.

Ma il primo ordine di demolizione di quella parte degli studi risale addirittura al 9 aprile 2019. Il secondo è del 25 giugno 2019. In tutto questo la Videa continua a sostenere che si tratta di “opere di natura precaria e temporanea, utilizzate per le riprese della soap Il Paradiso delle Signore, con set successivamente smontabile”. E grazie al Tar la demolizione viene bloccata fino a quando i giudici del tribunale amministrativo dà ragione all’Ente e al Comune di Roma.

Per il momento il Paradiso delle Signore è salvo

il-paradiso-delle-signore-set-a-rischio-le-strutture-risultano-abusive-2567740

Ma nonostante il verdetto, la Videa ha deciso di ricorrere ancora, andare avanti nella sua difesa, fino al Consiglio di Stato.


Potrebbe interessarti: Can Yaman a Roma insieme alla Gerini: fan impazzite

“Non si tratta di manufatti stabili, ma smontabili – ha spiegato l’avvocato Tedeschini a Il Messaggero spiegando le carte del ricorso – Il set esisteva già e Videa si è limitata ad acquistarlo. Si trova oltretutto in una parte del Parco degradata, dove altri manufatti sono stati condonati. L’Ente dovrebbe provvedere a una riperimetrizzazione del Parco. Faremo valere queste ragioni di fronte al Consiglio di Stato, che ha già sposato la nostra tesi nella fase cautelare”. Per il momento il Paradiso delle Signore è salvo, almeno fino a nuova sentenza…

Ludovico Merlo
Giornalista professionista
Esperto in: TV, Spettacolo e Gossip
  • Fonte Google News
  • Suggerisci una modifica
    Iscriviti alla Newsletter

    Vuoi restare aggiornato sulle notizie, le anticipazioni e le curiosità sul mondo del gossip e della TV? Registrati ora gratuitamente alla nostra newsletter