Ilary Blasi: polemica per il figlio Cristian Totti alla guida di una minicar

- 07/08/2020

Su Instagram Ilary Blasi ha pubblicato alcuni brevi filmati che ha girato in auto con il figlio Cristian. Nei video si vede il primogenito della Blasi e di Francesco Totti, 15 anni, al volante di una minicar, che in Italia si può guidare a partire dai 14 anni. Alcuni utenti, non informati sul tema, hanno subito puntato il dito contro la conduttrice…


ilary-blasi-gaffe

Anche Ilary Blasi appartiene a quel novero di personaggi famosi femminili nel mirino di haters, detrattori o utenti particolarmente sul piede di guerra: lei e altre sue colleghe non fanno in tempo a pubblicare online una foto o un post, che subito vengono subissate da critiche e polemiche.

Questa volta, nel mirino di alcuni commentatori, sono finite le recenti Stories in cui la conduttrice ha condiviso alcuni filmati dove Ilary riprende lei in auto con il figlio Cristian. Il ragazzo, 15 anni, fratello di Chanel, 13 e di Isabel, 4, è alla guida di una minicar, in giro per la Capitale.

Ilary Blasi in auto con Cristian al volante di una minicar


Leggi anche: Corona contro Totti e Ilary Blasi su Instagram

Ilary IMG-20200807-152237

Nei filmati la conduttrice televisiva scrive in tono scherzoso, con riferimento al suo primogenito: “Porta la vecchia in giro”. Un gruppo di followers è subito insorto e ha puntato il dito contro Ilary Blasi, interrogandosi sull’età di Cristian Totti e sulla possibilità o meno del giovane di poter guidare una vettura appena adolescente.

Commenti di questo tipo – oltre a chi le rimprovera, come già accaduto in altre occasioni, qualche ritocchino di troppo, soprattutto alle labbra – sono fioccati online in men che non si dica.

Ilary IMG-20200807-152209

Ma, a quanto pare, non c’è stata nessuna irregolarità: la legge italiana consente ai ragazzi che hanno compiuto 14 anni di conseguire il patentino AM, come hanno fatto notare altri utenti ai più criticoni. Il patentino AM, che si può ottenere una volta compiuti i 14 anni, consente di poter guidare nelle nostre città le cosiddette minicar (dette anche, per l’appunto, “auto senza patente”), ovviamente nel rispetto delle regole del codice della strada.

Commenti: Vedi tutto