La Casa di Carta: chi è Lisbona (Itziar Ituño), carriera e vita privata

06/05/2020

Conosciamo meglio l’attrice e musicista che, nella serie fenomeno di Netflix, interpreta l’ispettrice di polizia passata dalla parte dei banditi per amore del Professore. L’artista è anche impegnata nel sociale. 

Itziar Ituno Casa di CARTA BANDA

Arrivata al traguardo dei quarant’anni, l’ispettrice di polizia Raquel Murillo, per lungo tempo vittima di maltrattamenti da parte dell’ex marito, è tutta dedita al lavoro, alla figlia e alla madre malata di Alzheimer. Ma trova il coraggio di reinventare se stessa. E, con il Professore (Álvaro Morte), riscopre l’amore.

Forte e passionale, tenace e astuta. La sua empatia, intelligenza e calma fanno di lei la negoziatrice ideale con i criminali. Raquel, però, a un certo punto ha fatto il salto ed è passata dall’altra parte: è entrata nella banda dalle tute rosse e dalla maschera di Dalì. Nome in codice: Lisbona.


Leggi anche: La casa di carta: chi è Tokyo (Úrsula Corberó), carriera e vita privata

Raquel Murillo (Lisbona) de “La Casa di Carta” è interpretata da Itziar Ituño.

Lisbona de “La Casa di Carta”: recitazione, musica e cause sociali 

iTZIAR iTUNO ispettrice casa di carta

Itziar Ituño è nata a Basauri, nei Paesi Baschi, il 18 giugno 1974. Da sempre appassionata di recitazione, ha studiato presso la Escuela de Teatro de Basauri. Parallelamente ha anche frequentato il corso di laurea in sociologia. Tra i due ambiti ha infine prevalso quello della recitazione, che l’attrice ha sempre inseguito fino a ottenere il successo mondiale arrivato nel 2017 con “La Casa di Carta”, dopo alcuni film e serie Tv in lingua spagnola.

In passato è stata spesso criticata per le sue idee politiche. Per esempio Itziar è una convinta sostenitrice dell’autonomia dei Paesi Baschi, e questo credo politico l’ha resa invisa a molti spagnoli. È stata persino accusata di avere legami con l’organizzazione basco-nazionalista ETA. Ha fatto sentire la sua voce per i diritti dei migranti che attraversano il Mediterraneo.

la-casa-di-carta lisbona

Ituño è anche una fervente sostenitrice dell’ambiente minacciato dalla plastica in mare e dal riscaldamento globale, per citare due argomenti per i quali l’attrice si è spesa pubblicamente. Come ha dichiarato la Lisbona de “La Casa di Carta” a “Io Donna”, “visto che mio marito è un nativo dell’Amazzonia, mi sono battuta contro la contaminazione petrolifera”.

Della sua vita privata non si sa molto, se non che ha, per l’appunto, una relazione stabile con Roberto Awanari. Ha scritto di recente il sito della rivista francese Gala.fr: “Da due anni Itziar Ituño condivide la vita del musicista Roberto Awanari, incontrato durante un viaggio in Amazzonia. Di nazionalità peruviana, ha origini guaraniane, proprie di una delle tribù amerindi che popolano diversi Paesi dell’America Latina”. Con Awanari e altri tre musicisti Itziar fa parte della band rock Ingot. Ama molto la musica e si esibisce nel canto.


Potrebbe interessarti: Netflix, La Casa di Carta 4: partenza spettacolare

Itziar Ituño (Lisbona): guarita dal Covid-19

Itziar Ituno Lisbona Covid

A marzo 2020, mentre era impegnata sul set della serie “Alardea”, nei nativi Paesi Baschi, la Ituño ha iniziato ad avere i primi sintomi del Coronavirus. Risultata positiva e sottoposta a cure e quarantena, l’attrice è poi guarita. In un’intervista a “Radio Ciudad“, a un mese di distanza, Itziar ha raccontato di aver contratto il virus in forma lieve, ma ha anche criticato la gestione dell’emergenza da parte del governo spagnolo. È una delle varie celebrità, come Tom Hanks e Idris Elba, che hanno condiviso la loro diagnosi e la guarigione con il pubblico.

Su Instagram Lisbona de “La Casa di Carta” è seguita da 4,7 milioni di follower.

 

Silvia Tironi
  • Iscritta all'Ordine dei Giornalisti della Lombardia, elenco Professionisti
  • Laureata in Lettere
  • Esperta di: TV e Mondo dello spettacolo
  • Fonte Google News
Suggerisci una modifica