La Lucarelli in pericolo? La paura e l’attacco a “Le Iene”

08/10/2020

Selvaggia Lucarelli è stata vittima di un gesto violento. Un uomo ha preso una sua foto e ci ha urinato sopra. Un gesto ripreso e postato su Instragram e ripreso da milioni di follower. Ma perchè così tanto odio? A Leggo la diretta interessata è preoccupata per le donne e fa un nuovo attacco a Le Iene…

selvaggia-lucarelli-

Tutta colpa di un articolo pubblicato sul Fatto Quotidiano, racconta Selvaggia Lucarelli a Leggo. “Il tizio che l’ha fatto è un amico di una persona su cui ho scritto un articolo sul Fatto quotidiano; io non ne avevo parlato per non dare visibilità a lui e al suo video”. Ma i social in questo non aiutano, anzi peggiorano la situazione, sempre. Infatti c’è chi ha pensato di rilanciarlo: “Una pagina con due milioni e mezzo di fan ha pubblicato il video. La facevano passare per una bravata…”. E invece non è una bravata, questo è odio. E non può essere accettato, mai.


Leggi anche: Selvaggia Lucarelli: vittima quotidiana degli haters

Sui social è più facile che accadano queste cose – racconta ancora la giornalista e blogger – Però è anche vero che l’odio che si gonfia e che si dirama in tutte le sue forme, innesca qualcosa che si traduce anche in gesti di questo tipo nella realtà. Si crea una cultura e un modo di pensare di cui poi sono vittime soprattutto le donne”.

Selvaggia ha paura per sè, la sua incolumità

selvaggia-lucarelli2

Un fenomeno pericoloso che coinvolge in prima persona anche lei. “Non ho paura nel quotidiano. Ma l’idea che prima o poi possa succedermi qualcosa c’è“.  Non c’è modo di difendersi ma non bisogna nemmeno far finta di niente. “Quando, dopo aver denunciato alcune pagine Facebook molto violente, ho subite migliaia di insulti al giorno, con telefonate e minacce, io mi sono sentita molto sola. E il fatto che fosse una donna a far chiudere quei gruppi era un’aggravante. Mi si è scatenato di tutto contro. Il fatto che io sia una donna fa la differenza, come è successo con Le Iene…”.

Selvaggia Lucarelli, nella chiacchierata con Leggo, passa all’attacco:

Hanno mandato in onda un servizio in cui volevano convincere il mondo che il Blue Whale non fosse una bufala come ho sostenuto in un articolo. Hanno risposto a tre persone che li hanno criticati: Matteo Renzi chiamandolo con il proprio nome, Aldo Grasso chiamandolo con il proprio nome, e a me chiamandomi “la giudice di Ballando con le stelle”. Non è come pisciare sulla foto di una donna, ma non è nemmeno tanto diverso, siamo in quella sfera lì: togliere autorevolezza alle donne. Quel signore lo ha fatto con i suoi strumenti, le Iene con i loro…”.


Potrebbe interessarti: Selvaggia Lucarelli: Alessandra Mussolini la “sfida” imitandola

Ludovico Merlo
Giornalista professionista
Esperto in: TV, Spettacolo e Gossip
  • Fonte Google News
  • Suggerisci una modifica
    Iscriviti alla Newsletter

    Vuoi restare aggiornato sulle notizie, le anticipazioni e le curiosità sul mondo del gossip e della TV? Registrati ora gratuitamente alla nostra newsletter