La regina degli scacchi: trama, recensione e finale

25/11/2020

Nelle prime quattro settimane di streaming “La regina degli scacchi” su Netflix, con Anya Taylor-Joy, ha totalizzato il record di 62 milioni di account in tutto il mondo. 

regina scacchi

“La regina degli scacchi”, mini-fiction Netflix con protagonista Anya Taylor-Joy è stata vista – almeno per qualche minuto – da un numero record di 62 milioni di account a livello globale nel corso delle sue prime quattro settimane di streaming.

Si tratta di un risultato notevole, che la rende la mini-serie più vista al suo esordio (aveva fatto di meglio solo Tiger King, che è però una docu-serie, con 64 milioni di utenti nei suoi primi 28 giorni di programmazione).

La regina degli scacchi: trama

tqg-107-unit-01210rc

I sette episodi su Netflix de “La regina degli scacchi” sono basati sull’omonimo romanzo del 1983 di Walter Tevis.


Leggi anche: La regina degli scacchi: influenza la moda?

Ambientata nell’America degli Anni ’60, la mini-serie racconta la storia di Beth Harmon, ragazza orfana che si scopre genio degli scacchi e inizia a competere a livello professionistico, facendosi largo in un mondo prettamente maschile.

“La regina degli scacchi”: chi è Anya Taylor-Joy

la-regina-degli-scacchi-anya-Taylor-Joy-Meteoweek

Anya Taylor-Joy, stella emergente e attrice del momento a Hollywood, ha 24 anni. È nata a Miami da madre anglo-spagnola e padre scozzese-argentino. A sei anni da Buenos Aires si è trasferita a Londra, dove è cresciuta, e ha studiato danza classica.

Quando è stata scoperta mentre camminava fuori Harrods a Londra da Sarah Doukas dell’agenzia di modelle Storm aveva solo 16 anni. Ha cominciato a sfilare, ma il suo sogno era diventare attrice.

Ha debuttato come protagonista nel film horror The Witch del 2015 presentato al Sundance. Nel suo curriculum figurano il ruolo di Magik in The New Mutants, capitolo del franchise degli X-Men. Nel 2016 ha recitato in Split, diretto da M. Night Shyamalan.

Tre anni dopo, nel 2019, ha recitato nel ruolo di Casey in Glass, capitolo finale della trilogia thriller Eastrail 177 di Shyamalan.

79396857-max

Nel 2017 ha ricevuto una nomination per il BAFTA, l’Oscar inglese, miglior stella emergente. A Cannes è stata premiata con il Trophée Chopard. Nel 2020, prima del botto con La regina degli scacchi, ottiene popolarità interpretando Emma Woodhouse nella nuova versione di Emma, dal romanzo di Jane Austen, diretta da Autumn de Wilde.


Potrebbe interessarti: Netflix 2020: le 10 serie più viste

Sarà inoltre la protagonista del nuovo spin off della saga Mad Max nei panni di Furiosa, ruolo che è già stato interpretato nella versione adulta da Charlize Theron.

La vedremo anche in Last Night in Soho in uscita nel 2021, The Northman, Weetzie Bat e The Sea Change.

Cristina Damante
  • Autrice
  • Esperta in: Gossip, Serie Tv e Reali d'Inghilterra
  • Laureata in Scienze della Comunicazione
  • Fonte Google News
Suggerisci una modifica