La vita in diretta, il delicato coming out di Alberto Matano commuove il pubblico

29/10/2021

A “La vita in diretta” su Rai 1 si è parlato di omofobia e di casi di cronaca legati a questo tema, all’indomani dell’affossamento del DDL Zan al Senato. Al termine del servizio il conduttore, Alberto Matano, con sguardo commosso e voce emozionata, ha detto che storie come quelle che lui e il pubblico avevano visto gli fanno molto male perché situazioni del genere sono capitate anche a lui in adolescenza. 

Alberto Matano 3

Commosso ed emozionato, nell’ultima puntata de “La vita in diretta” su Rai 1 Alberto Matano ha condiviso un racconto molto personale e intimo con il pubblico.

A partire dalla bocciatura del DDL Zan, probabilmente per far capire all’opinione pubblica italiana quanto sia importante avere una legge simile, il conduttore ha rivelato alcuni episodi inediti della propria adolescenza.

Non ne aveva mai fatto cenno prima.

Alberto Matano vittima di omofobia da ragazzo

Alberto-Matano-1200×900


Leggi anche: La Vita in Diretta, rivelazione di Matano alla Cuccarini

Tra i vari servizi andati in onda a “La vita in diretta”, uno, in particolare, ha affrontato gli episodi di omofobia e discriminazioni contro l’orientamento sessuale accaduti in Italia.

Quando la linea è tornata allo studio Alberto Matano, guardando in camera, con voce emozionata, si è rivolto agli spettatori.

Il giornalista ha detto che storie come quelle mostrate nel servizio gli fanno particolarmente male perché è successo anche a lui, quando era adolescente. Ha provato sulla sua pelle atti omofobi e quindi sa che cosa significhi tutto ciò.

Matano ha concluso dicendo che si augura che con l’aiuto di tutti su un tema così importante ci possa essere una riflessione più approfondita.

“Lo dobbiamo anche alle persone che abbiamo appena visto”.

Clerici

Dopo l’affossamento del DDL Zan al Senato, dove è stato bocciato, con voto segreto, il Disegno di legge destinato a punire chi istiga a commettere o commette atti di discriminazione o violenza per motivi fondati su sesso, genere, orientamento sessuale, identità di genere o disabilità, il dibattito pubblico e mediatico si è infiammato.

Oltre alle prese di posizione come quella avvenuta a “La vita in diretta” da parte di Alberto Matano, è stata molto apprezzata anche quella a “È sempre mezzogiorno” di Antonella Clerici ancora su Rai 1. 


Potrebbe interessarti: Alberto Matano, fa coming out in diretta?

La conduttrice ha commentato dicendo che i Maneskin sono il fenomeno del momento e sono italiani. Abbiamo vinto tutto: sport, panettoni, Nobel per la fisica.

“Siamo al top, peccato per i diritti civili”.

Intervistato da “Fanpage.it” Alessandro Zan, deputato PD che ha dato il nome al DDL, ha invitato a non smettere di lottare, annunciando che proporrà una raccolta firme per una legge di iniziativa popolare per i diritti civili.

Cristina Damante
  • Autrice
  • Esperta in: Gossip, Serie Tv e Reali d'Inghilterra
  • Laureata in Scienze della Comunicazione
  • Fonte Google News
Suggerisci una modifica