La Vita in Diretta, malore per Sandra Milo: tutta colpa di Conte

- 29/05/2020

Dopo essersi incatenata davanti a Palazzo Chigi, Sandra Milo sarebbe dovuta essere in collegamento con “La Vita in diretta”, ma in video è comparsa solo la figlia, Deborah Ergas, che ha parlato del malore della madre

vita-in-diretta-2


Voleva un confronto con il premier Conte ma Sandra Milo ha avuto un malore, quindi, non è riuscita ad essere presente al collegamento lanciato dagli studi di Rai Uno da Lorella Cuccarini e Alberto Matano.


L’annuncio della Cuccarini: “La Milo ha avuto un malore”

Lorella-Cuccarini-gaffe-su-Argentero

E’ stata Lorella Cuccarini a spiegare in diretta tv che “Sandra Milo avrebbe dovuto essere con noi ma ha avuto un malore”. A Lorella Cuccarini, la figlia della Milo ha raccontato:

“Si è sentita male: mamma adesso sta riposando, veniva da diversi giorni di sciopero della fame e questo ha provocato il malore. Il medico le ha imposto riposo assoluto e una forte idratazione per riprendersi”.


Leggi anche: Sandra Milo si schianta: a Italia Sì panico in studio

Sciopero della fame per Sandra Milo a 87 anni

 

Nei giorni scorsi l’attrice, a 87 anni suonati, aveva iniziato lo sciopero della fame per chiedere che i lavoratori del mondo dello spettacolo non venissero dimenticati in questa fase di ripresa post quarantena. Sandra Milo si era messa in prima linea.

La sfida della Milo al premier Conte

milo2

La sua battaglia per la categoria era iniziata ufficialmente dieci giorni fa, il 19 maggio, quando dai microfoni della trasmissione radiofonica “Un giorno da pecora” aveva lanciato la sfida al presidente del Consiglio, Giuseppe Conte: “Comincio lo sciopero della fame finché non mi riceve”.

Aveva chiesto un incontro con Conte e poi si era incatenata…

milo

Nei giorni seguenti sembrava che una telefonata del premier avesse bloccato la sua battaglia, ma poi – a sorpresa – Sandra Milo si è incatenata davanti a palazzo Chigi, chiedendo di esser ricevuta per un confronto faccia a faccia, che finalmente è avvenuto.

Commenti: Vedi tutto