L’Isola dei Famosi: Nicolas Vaporidis spiega perché fa l’oste

Susanna Minelli
  • Esperta in TV e Spettacolo
13/08/2022

Nicolas Vaporidis, attore e vincitore dell’ultima edizione de “L’Isola dei Famosi”, oggi è tornato a Londra dove gestisce un ristorante di sua proprietà “Taverna Trastevere”: “Capita spesso che alcuni clienti mi fissino e dopo un po’ mi dicano ‘ma lo sai che sei spiccicato a un attore?’”.

L’Isola dei Famosi: Nicolas Vaporidis spiega perché fa l’oste

Nicolas Vaporidis, è tornato nella sua Londra. “Sua” non a caso. Perché se Roma ce l’ha nel cuore come spesso ripete, Londra invece rappresenta la sua città d’adozione dove è approdato a 18 anni prima di diventare un’attore. Un legame che nonostante il successo cinematografico non si è mai interrotto. Tanto che Vaporidis ha deciso da qualche anno di trasferircisi e di aprire un ristorante “Taverna Trastevere” che è tornato a gestire direttamente dopo l’esperienza de “L’Isola dei Famosi”.

Vaporidis, intervistato dai giornalisti de “La Repubblica” ha voluto raccontare come è nato il legame con Londra e perché ad oggi ha deciso di rimanere nella City  a condurre la sua attività…

Venni qui la prima volta a 18 anni, dopo il diploma, per fare esperienza, migliorare la lingua, capire cosa fare della mia vita. Come tutti i miei coetanei di allora, il primo passo fu entrare in un ristorante chiedendo se ci fosse lavoro per me. Mi accolse il gestore, un italiano di Roma, come me, Alessandro Grappelli. Come prima cosa mi mise a tagliare il pane. La sera stessa, a fine turno, mi disse: “Tu mi piaci. Perché non rimani che abbiamo bisogno di gente come te?”.(…)  Grappelli, da mio primo datore di lavoro, è diventato un amico fraterno e ora socio in affari. È stato lui a coinvolgermi in questa ultima avventura culinaria.

La vita di Nicolas oggi a Londra

L’Isola dei Famosi: Nicolas Vaporidis spiega perché fa l’oste

Oggi Nicolas vive stabilmente a Londra dove serve ai tavoli del suo ristorante. Non nasconde che molte volte qualche cliente lo ferma e non sapendo quale sia la sua vera identità gli dice che rassomiglia ad un famoso attore…

Capita spesso che alcuni clienti mi fissino e dopo un po’ mi dicano “ma lo sai che sei spiccicato a un attore?”. E per farmi capire di chi si tratta vanno su Google a cercare le foto che mi mostrano, “siete due gocce d’acqua”. Rispondo con un sorriso, che sono onorato di tanta somiglianza e lascio che il dubbio rimanga in sospeso, magari poi un giorno saranno sorpresi, e spero felici, nello scoprire che è stato un attore ad avergli servito i tortelloni con la coda alla vaccinara.

Nicolas ha anche spiegato nello specifico il suo amore per la ristorazione, oggi:

Considero la ristorazione la mia àncora: di più, una forma di intrattenimento dove ogni giorno si va in scena insieme al manager, allo chef, ai camerieri, ai barman, come se fossimo il cast di un film. Dalle 12 e fino a sera tarda, sette giorni su sette, offriamo uno spettacolo culinario. “È proprio come recitare un ruolo: l’impegno è il medesimo, il valore artistico anche, con in più il fatto che se hai fatto un servizio impeccabile, si sono sfiziati e sono stati bene, ti lasciano pure la mancia. Meglio di così…