Live, Fabrizio Corona in carcere rischia la vita

29/03/2021

Durante la puntata di ieri sera di Live non è la D’Urso è stata intervistata la madre di Fabrizio Corona, la quale si dice estremamente preoccupata per la salute mentale e fisica di suo figlio e lancia l’allarme: se continua così rischia di morire in carcere.

corona

Gabriella Privitera, madre di Fabrizio Corona, torna nel salotto serale di Barbara D’Urso con degli aggiornamenti sullo stato di salute psicofisica di suo figlio. A quanto riportato, la situazione sembrerebbe molto seria e Fabrizio Corona sembrerebbe intenzionato a proseguire il suo sciopero della fame.

L’appello di Gabriella non lascia dubbi sulla gravità delle condizioni mentali e fisiche del figlio: è spaventata e teme che rimanendo in carcere, Fabrizio potrebbe morire.

La malattia mentale di Fabrizio Corona

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Fabrizio Corona (@fabriziocoronareal)

L’appello della madre di Fabrizio Corona è netto: suo figlio non può stare in carcere perché affetto da una grave malattia mentale.


Leggi anche: Fabrizio Corona perde un dente in diretta

Stando al racconto di Gabriella Privitera, nel corso degli anni l’ex re dei paparazzi è stato seguito da diversi psichiatri e negli ultimi tempi, dal personale dell’ospedale Niguarda e tutte le diagnosi sarebbero unanimi: pare che Fabrizio Corona sia affetto da sindrome bipolare con personalità borderline e depressione maggiore.

La preoccupazione di Gabriella Privitera sta nella probabilità che le condizioni del figlio possano aggravarsi a tal punto che in carcere quest’ultimo possa perdere il controllo e andare incontro al suicidio:

“Non voglio andare contro i giudici, ma voglio difendere mio figlio. Mio figlio non deve stare in carcere, ha una patologia severissima che è stata anche confermata dall’ospedale Niguarda con cui sono andata a parlare. La patologia che gli è stata diagnosticata negli anni è una sindrome bipolare con personalità borderline e più depressione maggiore. La malattia borderline è una malattia grave che comporta anche il tentativo di suicidio”

Dalla testimonianza di molti, sembrerebbe che Fabrizio Corona sia già molto provato dalla situazione e che lo sciopero della fame, portato avanti da giorni, lo abbia notevolmente debilitato in seguito ad una preoccupante perdita di peso.

Gli appelli per scarcerarlo e la raccolta firme

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Fabrizio Corona (@fabriziocoronareal)

In queste settimane di detenzione, sono moltissimi i volti noti che hanno preso le difese di Fabrizio Corona. Su tutti, Adriano Celentano, il quale ha scritto due lettere sul proprio profilo Instagram rivolte proprio a Corona, in cui prende le sue difese e lo invita a non lasciarsi morire.


Potrebbe interessarti: Live non è la D’Urso: Corona confesserà la verità su Nina Moric

È anche in corso una raccolta firme per convincere le autorità a fare in modo che Fabrizio Corona sconti la sua pena fuori dal carcere. Attualmente l’appello ha raccolto più di 73000 firme.

Giulia Marinangeli
Suggerisci una modifica