Azzurre a Tokyo 2020

Live Non è la d’Urso, il figlio di Maradona: la pagheranno

07/02/2021

A Live Non è la d’Urso si parla di nuovo del “caso Maradona”. Ospite della trasmissione di Canale 5, il figlio del Pibe de Oro Diego Armando Junior esterna tutto il suo dolore per la perdita di papà e si scaglia contro il medico personale di suo padre e le persone che si occupavano di lui: Voglio giustizia, chi ha sbagliato pagherà.

IMG-8497 

A Live Non è la d’Urso si torna a parlare del caso Diego Armando Maradona, morto lo scorso 25 novembre in circostanze ancora da chiarire. E infatti la magistratura argentina sta indagando. Intanto viene fatto sentire da Barbara d’Urso un audio sconvolgente, con il medico di Maradona che dice: “Il ciccione sta morendo”.  E spunta anche l’ultimo video prima della morte del campione: “Sono ammaccato, però sto bene“.

Tutto il mondo ne ha parlato. E ora l’ipotesi è “omicidio colposo“. Insomma: Maradona è stato ucciso? Intanto il medico personale di Maradona è indagato. In studio da Barbara d’Urso ieri sera, domenica 7 febbraio 2021, c’era il figlio Diego Armando Junior:


Leggi anche: Pomeriggio 5: stop alla cremazione di Maradona, nuovo test del Dna

“È una cosa molto grave, mio papà aveva fiducia in queste persone. A primo acchito mi sembrava una persona (si riferisce a Luke, il medico del padre, ndr) che avesse a cuore la condizione di mio papà. Il più grande difetto di mio padre era essere troppo buono con tutti. Aveva un buon rapporto con lui.

Gli scandali attorno alla morte di Maradona

IMG-8491

A Live non è la d’Urso vengono mandati in onda tutti gli scandali sulla morte di Maradona. Ci sarebbe persino un documento con la falsificazione della firma di Diego. Ma perché il medico avrebbe dovuto manomettere la cartella clinica di Maradona? E così Diego jr dice:

“Per quanto riguarda la firma è una cosa molto grave. Falsificare la firma sulla cartella clinica è molto molto grave. E l’audio tra il medico e la psichiatra è vergognoso. Rabbrividisco. Barbara, mio padre non sembrava pubblicamente, ma ci teneva alla salute. E li pagava tanti soldi.. Che mio padre fosse stanco ce ne eravamo accorti tutti quanti, ma essere stanchi  voler morire è una cosa ben diversa“.

IMG-8489

Diego Armando Junior era molto legato al suo papà. Si rammarica molto che era un anno che non lo vedeva a causa della pandemia. Ma lui aveva sempre notizie dall’Argentina: erano notizie buone, il Pibe de oro aveva subito un intervento alla testa, però si stava riprendendo bene. Peccato però che secondo Leopoldo Luke – ed è questo uno dei punti che dovrà essere chiarito –  Diego Armando Maradona aveva ancora problemi di dipendenza da alcol e droghe.


Potrebbe interessarti: Verissimo: Francesco Totti in lacrime ricorda Maradona

Diego junior vuole giustizia per Maradona

IMG-8477

Durante un collegamento con un giornalista di Live Non è la d’Urso che si trova ai Quartieri Spagnoli di Napoli il cronista riceve un messaggio da Luke per il figlio di Maradona: “Se puoi dì a Diego Armando che io ho trattato il suo papà come fosse il mio”. Ma il ragazzo proprio non accetta quelle parole e la versione dei fatti del medico:

IMG-8474

“Io mio papà non lo trattavo così. Adesso c’è la magistratura e non posso dire altro. Dico solo che in mia presenza il mio papà non ha mai fatto uso di marijuana. Alcol né beveva e non lo posso negare. Quello che hanno fatto se lo piangeranno con Dio, ma prima di Dio c’è la magistratura argentina, in cui io ho tanta fiducia. Io lotterò fino all’ultimo giorno perché venga resa giustizia mio padre e queste persone paghino per quello che hanno fatto”.

Silvia Tironi
  • Iscritta all'Ordine dei Giornalisti della Lombardia, elenco Professionisti
  • Laureata in Lettere
  • Esperta di: TV e Mondo dello spettacolo
  • Fonte Google News
Suggerisci una modifica