Live non è la D’Urso: la Meloni sfuria a fine collegamento

09/11/2020

Cosa ha chiesto Barbara d’Urso a Giorgia Meloni? Per quale motivo la senatrice si è stizzita così tanto con la conduttrice?

barbara-durso-a-live-live

A Live non è la d’Urso Barbara d’Urso ha ospitato, come spesso accade, la senatrice Giorgia Meloni. L’esponente di Fratelli d’Italia ha parlato con la conduttrice della situazione Coronavirus che stiamo vivendo. Inevitabilmente il discorso è finito anche sulla situazione della Calabria, regione rossa come Lombardia, Piemonte e Valle d’Aosta. E ha parlato anche di Joe Biden, nuovo presidente degli Stati Uniti d’America, non molto in linea con la Meloni: “Non sono abituata a fare la cheerleader dei leader stranieri, ma certo avrei preferito la vittoria di Trump“, ammette senza remore la senatrice.

La richiesta di Barbara alla Meloni


Leggi anche: Live non è la D’Urso, puntata pazzesca in arrivo

Giorgia-Meloni-2

Prima di salutare e congedare la sua ospite, con cui si è confrontata durante un collegamento esterno (la Meloni non era cioè presente nello studio di Live non è la d’Urso) Barbara le ha fatto un appello, sostenendo che non necessitava assolutamente di una sua risposta. In merito al suo appello avrebbero potuto parlarne approfonditamente in un altro momento. “Per favore, è una mia cosa, non ostacolate al Senato la legge contro l’omofobia“, ha chiesto la Carmelita Nazionale alla sua ospite.

Giorgia Meloni, a questa richiesta della padrona di casa del programma della domenica sera di Canale 5, andato in onda domenica 8 novembre, si è stizzita e non poco. Le due donne non hanno la medesima posizione, anzi, le loro posizioni sono decisamente agli antipodi. Era dunque inevitabile che la senatrice di Fratelli d’Italia volesse dire la sua a proposito dell’appello fatto dalla d’Urso.

Non mi puoi chiedere una cosa del genere su un tema come questo a fine intervento“, si stizzisce la domma. La Meloni tiene a precisare che anche lei è contro l’omofobia, tuttavia di quella legge che è in approvazione in questi giorni al Senato ci sono tanti elementi che lei assolutamente non condivide e che, evidentemente, la porteranno a votare contro la legge contro l’omofobia che è uno dei cavalli di battaglia della d’Urso.

Silvia Tironi
Giornalista professionista
Laureata in Lettere
Esperta di: TV e Mondo dello spettacolo
  • Fonte Google News
  • Suggerisci una modifica
    Iscriviti alla Newsletter

    Vuoi restare aggiornato sulle notizie, le anticipazioni e le curiosità sul mondo del gossip e della TV? Registrati ora gratuitamente alla nostra newsletter