Lory Del Santo confessa: anche Devin voleva suicidarsi

10/12/2018

Lory Del Santo raconta la tragedia nella tragedia, dopo la morte del figlio Loren anche il figlio Devin voleva suicidarsi per incontrare il fratello suicidatosi qualche settimana primalory domenica live

Perdere un figlio di soli 4 anni per un tragico incidente è un’esperienza che nessuno dovrebbe provare mai, perdere un secondo figlio a causa della depressione non può essere descritto: questo e molto altro è accaduto a Lory Del Santo, personaggio televisivo noto al grande pubblico grazie al successo ottenuto durante gli anni 80 e, recentemente, tornata agli onori della cronaca grazie alla sua partecipazione al Grande Fratello Vip.

Lory, eliminata al televoto alcune settimana fa, è stata ospite ieri a Domenica Live dalla sua amica Barbara D’Urso: Lory, accompagnata dal suo attuale partner, ha rivelato alcuni dettagli fino ad oggi omessi e mai rivelati ai media.


Leggi anche: Lory Del Santo criticata sui social: il suicidio del figlio non la ferma

Devin Del Santo voleva suicidarsi

lory dl santo suicidio figlio

La donna madre di Loren, suicidatosi qualche mese a causa di una forte depressione, ha rischiato di perdere anche il terzo e ultimo figlio Devin: i due fratelli erano legatissimi e, a causa del terribile dolore provato dal ragazzo, anche lui avrebbe voluto farla finita.
Ecco le sue parole

Loro si erano promessi di stare insieme per sempre. Erano inseparabili. Devin diceva che non riusciva a vivere senza Loren e che voleva raggiungerlo per dirgli quanto gli voleva bene, aveva il rimorso di non averglielo fatto capire. E’ stato un film horror con un altro film horror. La mia paura andava dalla paura al dolore e tornava indietro. Pensava ‘Lo raggiungo così glielo dico che gli voglio bene e starò per sempre con lui’. Non ho parole per descrivere tutto questo. Per fortuna ora va tutto bene

lory dl santo figlio clapton

E infine un pensiero ancora per lui Loren, il figlio perso inaspettatamente che ha di nuovo gettato la sua famiglia in quel baratro chiamato dolore

Quello che ha fatto non è dipeso dalla sua volontà. Aveva una malattia diabolica dalla quale non si torna indietro. La sua malattia era tutto quello che io pensavo bene di lui: era sempre contento, non si lamentava mai di niente, stava a casa, non mi chiedeva mai di uscire, era felice di quello che aveva. La sua malattia invece era proprio quella, non riusciva a capire la differenza tra il bene e il male. Non aveva la capacità di capire cos’era la morte ad esempio. Aveva delle transizioni, delle visioni, era due persone nella stessa persona


Potrebbe interessarti: Lory Del Santo racconta il suicido del figlio a Verissimo