Lucifer 5: il Morningstar e Michael sono gemelli anche nella bibbia?

03/12/2020

Tra le varie domande che ancora girano fra i nostri pensieri, c’è quella sulla relazione tra il nostro amato Lucifer e il suo fratello gemello Micheal: entrambi i personaggi sono interpretati da Tom Ellis. Questo rapporto deriva da fonti bibliche ma i due sono realmente gemelli? Scopriamolo e leggiamo le riflessioni del nostro attore. 

lucifer-come-nato-personaggio-michael-v7-465201-1280×960

Nella serie televisiva Lucifer, Tom Ellis non solo rappresenta il personaggio di Lucifer Morningstar nella quinta stagione ma è anche colui che rappresenta il suo fratello gemello Michael. Nella prima parte della stagione Michael arriva nella Terra e genera disordine e caos. Inoltre, quasi riesce a sabotare la relazione tra Chole Decker e Lucifer. Tuttavia, nonostante tutte queste avventure ci rimane una domanda in sospeso… Lucifer e Michael sono entrambi basati su una figura biblica ma sono realmente gemelli nella Bibbia? Andiamo a leggere qualcosa al riguardo.

Lo scontro tra i fratelli gemelli

maxresdefault


Leggi anche: Lucifer: 10 curiosità che forse non conoscevi

All’inizio della quinta stagione, Lucifer era il nostro Signore degli Inferi, dei quali aveva pieno controllo. Tuttavia i suoi piani sono stati scombinati dal suo fratello gemello Micheal. L’uomo, infatti, è arrivato sulla Terra e ha cominciato a farsi scambiare per lui, avvicinandosi a Maze, Amenadiel e Cloe. Per fortuna, loro sono stati in grado di riconoscere che qualcosa non andava per il verso giusto e Lucifer è tornato al momento giusto.

Tra tutte le varie vicissitudini, siamo arrivati al finale della prima parte dove vediamo lo scontro conclusivo tra i due, dopo il quale Michael rivela che nella sua testa aveva piani più grandi. A calmare questo scontro è stato lo stesso padre dei due gemelli: Dio, impersonato da Dennis Haysbert. Con la sua venuta, l’uomo ha dato grande avvia agli spoiler per la seconda parte.

Lucifer e Michael: la storia tra bibbia e i fumetti

110182-ppl

Nella serie Lucifer, Tom Ellis interpreta i due tutti e due i fratelli gemelli: Lucifer e Michael. Il suo personaggio, infatti, è basato sulla figura dell’arcangelo Michele e si presenta nella serie televisiva della DC Comics creata da Neil Gainam e John Bolton.

Nella bibbia e nell’originale DC Comics, Lucifer e Micheal non sono gemelli. Nella stessa bibbia, infatti, gli angeli non sono neanche descrtti come famiglia. In ogni caso, sia nella bibbia che nella DC Comics, Lucifer è descritto come l’angelo ribelle che si è scontrato contro Dio e Michael come uno degli arcangeli del Paradiso. Nel nuovo testamento, Michele guida l’esercito di Dio contro le forze di Satana nell’Apocalisse. Durante la guerra in Paradiso, l’arcangelo riesce a sconfiggere Satana e questa sembra essere la versione di Micheal che appare nei fumetti di Lucifer.


Potrebbe interessarti: Lucifer 5: arrivato un nuovo estratto della seconda parte della stagione

Nei fumetti di Lucifer, il Morningstar comincia la sua rivolta contro il Paradiso ma viene sconfitto da suo fratello arcangelo Michael, che ha usato il Demiurgo per distruggere le sue forze angeliche. In seguito, Lucifer ha offerto a suo fratello una alleanza negli Inferi, ma Micheal ha rifiutato e da quel momento i due fratelli hanno avuto una relazione complicata. I poteri di Micheal includono quelli del demiurgo, i quali gli permettono di creare qualcosa dal niente. Tuttavia, per poter usare tali poteri ha bisogno della presenza di suo fratello Lucifer.

Le parole di Tom Ellis

3792583

Parlando ad un’intervista per Backstage Magazine prima dell’anteprima della quinta stagione, Tom Ellis ha dichiarato cosa ha sentito nell’interpretare i due ruoli. Ecco le sue parole tradotte:

È stata una nuova sfida per me, questo di sicuro. Quello che ho compreso è che dopo cinque anni, per me è molto facile saltare fuori e dentro dal personaggio di Lucifer. Interpretare un nuovo carattere può confondere un po’ i miei pensieri. Per molto tempo mi sono sentito come una frode per i miei amici e colleghi. Ma è stato bello pensare ad un personaggio diverso per un tempo. Avevo un preciso sistema di regole alle quali dovevo lavorare. Durante le riprese siamo sempre portati a scontarci contro il tempo. Non c’è molto tempo per prepararsi. Dunque, per cercare di trovare una differenza immediata tra i personaggi ha dovuto fare riferimento alla vecchia scuola, studiando la fisicità e la voce e come il personaggio cammina, in opposizione a ogni sorta di trasformazione prostetica.

Iscriviti alla Newsletter

Vuoi restare aggiornato sulle notizie, le anticipazioni e le curiosità sul mondo del gossip e della TV? Registrati ora gratuitamente alla nostra newsletter