Mara Venier confessa “Presa solo perché stavo con Arbore”

19/10/2020

Mara Venier racconta il grande amore con Renzo Arbore, che ancora non sa bene perché sia finito, e spiega che grazie a lui…

mara-venier-e-renzo-arbore-1280×720

Mara Venir raccomandata? Lei lo pensa. Certo, in carriera si è fatta un discreto “mazzo”, come si usa dire oggi, si è sempre impegnata e ha sempre dato il massimo, anche se in fondo quello dello spettacolo non è mai stato un mondo che ha sognato e desiderato davvero.

Eppure lei ci si è trovata dentro perché era così bella, brava, affascinante che volerla in squadra è stato inevitabile. Per chiunque. Ma a un certo punto della sua vita zia Mara si è sentita una raccomandata. Non ha problemi a dirlo, non ha problemi ad ammetterlo. Non c’è stato qualcuno in particolare che ha voluto raccomandarla per un determinato programma, è stata una circostanza a fare la differenza.


Leggi anche: Mara Venier invita Arbore a cena: “Così mi spieghi perché fra noi è finita”

Di cosa stiamo parlando? Di una sua chiamata a Domenica In molti anni fa. Fu il fatto che a quel tempo era fidanzata con Enzo Arbore, a detta sua, che ha spinto qualcuno a volerla in squadra.Era il 1993. “Credo che me l’abbiano offerta solo perché ero la fidanzata di Arbore“, dichiara candidamente zia Mara a Carlo Conti che la sta intervistando. Più candore e onestà di così non si può. D’altra parte a quel tempo c’erano tante ragazze giovani, come Simona Tagli con le sue bellissime e lunghissime gambe, mentre lei aveva già 40 anni. Non siamo noi a dirlo, ma la stessa conduttrice.

Il grande amore con Renzo Arbore

Renzo.Arbore.Mara-.Venier.min-optimizedQuello tra Renzo Arbore e Mara Venier è stat un grande amore. È durato 12 lunghi anni e ancora la conduttrice si domanda come mai davvero sia finito. Oggi è felicemente sposata con Nicola Carraro che ama alla follia, tuttavia ammette di avere ancora un legame profondo con il grade artista.“Renzo è sempre stato il mio idolo, l’ho sempre amato, ero una fan prima di tutto, era così innovativo, così diverso”: Mara si illumina ancora quando parla del grande maestro e della loro lunga storia d’amore. Arbore era un uomo “molto geloso, geloso di tutti”, racconta la Venier che “spiffera” anche un aneddoto sulla gelosia di Renzo: “Lui era un po’ geloso di tutti. Soprattutto di Sean Connery, per il quale sapeva che avevo un debole da sempre. E infatti quando gli dissi che ero stata invitata a una cena alla quale sarebbe stato presente anche Sean Connery” le diede un out out: “Se ci vai non ci vediamo più”.  Cosa fece Mara? “Non ci andai. Dopo due mesi ci lasciammo. La prima cosa cui pensai è stata proprio la cena con Sean Connery alla quale avevo rinunciato”.


Potrebbe interessarti: Amici e Il Paradiso delle Signore: matrimonio incrociato

Perché è finita con Arbore

Rai: Arbore presenta ‘Da Palermo a New Orleans…E fu subito jazz’

Fu la gelosia la causa della fine della stori tra Arbore e la Venier? Assolutamente no. “Non lo so ancora oggi perché ci siamo lasciati. Forse perché lui era sempre in giro e io ero diventata improvvisamente famosa, popolare”. Però poi ammette senza riserve: “Noi forse ci siamo allontanati, ci siamo lasciati amandoci. Io credo che ancora oggi tra di noi ci sia amore. È un amore diverso, però è un legame molto forte. Io so che c’è lui nella mia vita e lui sa che io ci sono nella sua”. Nonostante siano stati insieme ben 12 anni, Mara e Renzo non hanno mai pensato al matrimonio: “Sapevo cosa ne pensasse”.

Certo, mantenere un rapporto, dopo la fine della loro relazione, non è stata cosa semplice: “Io in nome di questo grandissimo amore ho sempre cercato di mantenere dei rapporti con lui, ma c’è stato un periodo in cui lui non ha più voluto vedermi. Siamo stati molto felici insieme, abbiamo avuto anche dolori molto forti che probabilmente ci hanno separati. Forse avevamo voglia tutti e due di avere altro”.

Silvia Tironi
  • Iscritta all'Ordine dei Giornalisti della Lombardia, elenco Professionisti
  • Laureata in Lettere
  • Esperta di: TV e Mondo dello spettacolo
  • Fonte Google News
Suggerisci una modifica