Marco Columbro: arriva l’addio definitivo…

Susanna Minelli
  • Esperta in TV e Spettacolo
10/09/2022

Il noto presentatore intervistato da Lorella Cuccarini ha confessato che non vuole più avere niente a che fare con la sua vecchia vita lavorativa spiegando le sue ragioni: “Il problema è che io non ho più voglia di fare televisione, se proprio devo dirlo”. 

Marco Columbro: arriva l’addio definitivo…

Columbro dice addio definitivamente alla televisione. Un’assenza, quella del noto presentatore dalla tv, che ormai dura da anni e di cui ha parlato con Lorella Cuccarini, nel corso di uno degli appuntamenti di “Un caffè con”, il format YouTube da lei ideato. La Cuccarini ha intervistato il suo amato ex collega. L’ex conduttore di “Buona Domenica” nel 2001, fu costretto a ritirarsi dalle scene a causa di un aneurisma celebrale. Dopo la convalescenza, il presentatore è però tornato in televisione, al timone di “Scommettiamo che…?”, sempre al fianco di Lorella Cuccarini, per poi di nuovo ritirarsi dalle scene, ma per motivazioni molto diverse dalla prima volta.

Le motivazioni di Columbro

Marco Columbro: arriva l’addio definitivo…

Marco Columbro, dopo l’allontanamento dagli studios televisivi, si è dedicato anima e corpo al teatro, avvicinandosi anche al mondo della filosofia e della spiritualità. Un allontanamento che ha così spiegato alla sua ex collega Lorella Cuccarini:

Per me qualunque ruolo va bene, anche ruoli drammatici. Non ho paura a misurarmici. Il problema è che io non ho più voglia di fare televisione, se proprio devo dirlo. Ho voglia di fare altre cose. Ho scritto un libro che dovrebbe uscire a fine anno che si chiama “Il risveglio di Parsifal: Vivere una vita nel gregge come pecora, oppure da esseri consapevoli”. Nasce dall’incontro negli ultimi 40 anni che ho avuto con i vari maestri di saggezza che ho avuto nella vita. Il tema è la consapevolezza in ogni campo della nostra esistenza. Come affrontare la vita con consapevolezza. Per me scrivere di questi argomenti è la cosa che in questo momento mi interessa di più. O anche aprire un’accademia di ricerca spirituale.

E ancora:

Basta. Questa è una pagina del mio destino che si è chiusa. Io ho comunque lasciato un buon ricordo nel cuore delle persone, lo vedo nelle persone della strada che mi fermano, e questo mi fa piacere. Non è una cosa semplice. Questa cosa qua rimarrà, per me è stata fatta una pagina, ora ce ne sarà un’altra.