Miriam Sette in esclusiva: tra calcio e passioni

- 22/10/2020

Intervista esclusiva a Miriam Sette, 25enne e mamma di Mattia che ormai da 10 anni è al fianco di Leonardo Spinazzola, uno dei calciatori della nazionale italiana! Ecco alcune curiosità su di lei e sulla sua vita!

Schermata 2020-10-15 alle 20.41.05


Bella, solare e simpatica! Vi presentiamo Miriam Sette, la fidanzata (e presto moglie) di Leonardo Spinazzola, calciatore della Roma e della Nazionale Italiana. Ci ha raccontato un pò della sua vita, tra fitness, calcio e Mattia, il suo amatissimo bambino!


Ciao Miriam! Dove sei nata e dove hai vissuto da ragazzina?

Sono nata a San severo, un piccolo paese in provincia di Foggia dove ho vissuto i primi 5 anni di vita. Poi, insieme alla mia famiglia, mi sono trasferita a Foligno.

Quale è stato il tuo percorso di studi?

Alle superiori ho frequentato l’Istituto Tecnico Commerciale, indirizzo per il turismo. All’università, invece, ho conseguito la laurea triennale in “Scienze politiche e Relazioni internazionali”


Leggi anche: Miriam Leone vittima di bodyshaming

Quale sono le tue passioni?

Amo la danza, ma non la pratico più, e allenarmi in palestra! Da due anni, ormai, mi sono appassionata molto al mondo del fitness.

Ti manca la danza?

All’inizio da morire, adesso meno. Diciamo che ci ho fatto il callo. Però non nascondo che quando riguardo le foto dei saggi mi assale la nostalgia: vivevo di quello, avevo appena 5 anni quando ho iniziato e mi allenavo 5 giorni su 7. Sono stati degli anni stupendi!

Come hai conosciuto il tuo compagno?

Io e Leonardo ci siamo conosciuti tramite amici in comune…

Schermata 2020-10-15 alle 20.41.43

Com’è vivere l’esperienza di essere una mamma quando si è così giovani? Ti piacerebbe avere altri figli? Se sì quanti?

E’ un’esperienza faticosa perché ti porta a rinunciare ad alcune cose ma allo stesso tempo è bellissima: lo rifarei altre 1000 volte. Infatti mi piacerebbe molto avere altri figli! Se la seconda fosse femmina mi fermerei a due sennò, perché no, anche tre! Tre maschi, però, sarebbe la fine per me, sarei circondata da loro, cane compreso!

Schermata 2020-10-15 alle 20.42.23

È difficile per te cambiare città così spesso? Ti manca Foligno? E la tua città natia?

Non è facile: quando lasci una città, lasci una casa alla quale ti eri ormai abituata, persone che ormai erano entrate a far parte della tua vita , le abitudini, tutto, e sai che devi ricostruire di nuovo tutto in un’altra città. L’aspetto negativo è che devi mollare tutto, senza preavviso. Quello positivo è che puoi visitare posti nuovi. Siamo ancora giovani ed è bello cambiare un pò ogni tanto ma a volte mi mancano gli affetti, i miei nonni, gli zii e i cugini che vivono a San Severo.
Di Foligno, invece, mi mancano gli amici, le serate in giro per il centro, una birra e quattro chiacchiere.


Potrebbe interessarti: Un Posto al Sole nuove puntate: cosa accadrà tra Filippo e Serena?

Quale tra i tanti è stato il posto del tuo cuore, quello dove hai vissuto meglio, dove hai lasciato un pezzettino di cuore? E qual è quello dove ti piacerebbe “mettere le radici”?

Torino mi è piaciuta tanto, anche se è un po’ lontana da Foligno. Ma sicuramente direi Bergamo, perché lì è nato Mattia per cui è una città che porterò per sempre nel mio cuore, e in più è una città molto tranquilla dove si vive bene.

Com’è stato vivere la tesi di laurea con in grembo Mattia?

Molto bello, ero emozionata per due se così si può dire. Però ero anche molto in ansia e, nonostante abbia avuto una bellissima gravidanza, al settimo mese è stato un pò faticoso. Il giorno della laurea, però, è stato uno dei giorni più belli e soddisfacenti della mia vita.

Come vivi il calcio, ti piace, lo segui con passione ? Te ne intendi?

Lo seguo con estrema passione ormai da 10 anni! Non so quante partite avrò visto e quindi posso dire che sì, me ne intendo abbastanza.

Parlaci un pò di Mattia, ama anche lui il calcio? Che sport pratica?

Mattia è vivace, allegro mattacchione ma è anche molto bravo! Siamo stati fortunati perché già quando mangiano e dormono praticamente metà del lavoro è andato. Il calcio gli piace molto e ogni volta che vede una partita in tv cerca il papà. Per ora, però, sta facendo nuoto perché vogliamo che impari prima possibile a nuotare.. così siamo tranquilli noi e anche lui! Gli piace un sacco!

Schermata 2020-10-15 alle 20.42.00

Viene mai allo stadio?

Viene solo quando giocano alle 15 o alle 18, mai di sera perché andrebbe a finire troppo tardi e lui va a letto presto, perché la mattina va all’asilo.

Che progetti avete per il vostro futuro?

Vorremmo sposarci e appena si potrà di nuovo lo faremo sicuramente!

Speriamo che i due riescano a coronare il loro sogno al più presto. Uno speciale augurio a questa famiglia stupenda!

Commenti: Vedi tutto