Morgan infuriato con Fedez: appoggia Salmo

17/08/2021

Il concerto senza distanziamento di Salmo tenutosi a Olbia fa ancora discutere il mondo della musica. C’è chi è contro il rapper e chi come Morgan sceglie di stare con lui, con la sua decisione di trasgredire. A La Repubbica il cantautore abbraccia idealmente Francesco De Gregori andando contro Fedez o Ermal Meta.

The Voice Of Italy 2019 – Photocall

Dopo Francesco De Gregori a prendere le difese di Salmo, sulle pagine di La Repubblica, è Morgan, ribelle, provocatore nato, anticonformista d’eccezione. E lo è anche dopo il concerto in Sardegna che venerdì scorso con l’assembramento di migliaia di giovani nel centro di Olbia.

Una scelta da artista per il rapper, una decisione ha trovato d’accordo Marco Castoldi che si schiera dalla parte di Salmo anche quando si definisce artista, facendolo per giustificarsi. “Lo dico pur avendo in passato considerato vergognoso autodefinirsi tale. A dirlo di se stessi si pecca di superbia, ma siamo arrivati a una tale barbarie e lontananza dalle questioni culturali per cui qualcuno è costretto a definirsi artista”.


Leggi anche: La Vita in Diretta, Morgan vuole cambiare vita e confessa “Voglio ripulirmi”

Quello di Salmo è stato un messaggio forte, che come detto, ha diviso molti artisti, ha fatto discutere e continua a farlo.

“Sono uno che fa questo mestiere da 35 anni, Salmo lo fa da molto meno tempo. Ho superato l’idea di rivoluzione che lui ha, ma questo non significa che io non possa rispecchiarmi in un’idea di rivoluzione e soprattutto in un’idea di coraggio”

Morgan è contro quel muro di omertà, di apatia e indifferenza che è di molti loro ex amici e colleghi, cantanti e cantautori, che scrivono, sottolinea ancora Morgan, tante belle parole ma poi fanno cilecca nel momento in cui pensano al conto in banca e si fanno soltanto i fatti loro”.

Una difesa d’ufficio verso un collega “anche se io non so neanche chi sia, figurati se ho ascoltato una sua canzone”.

Fedez ed Ermal Meta per Morgan non ragionano…

salmo-rapper

Morgan è contro quel muro di omertà, di apatia e indifferenza che è di molti loro ex amici e colleghi, cantanti e cantautori, che scrivono, sottolinea ancora Morgan, tante belle parole ma poi fanno cilecca nel momento in cui pensano al conto in banca e si fanno soltanto i fatti loro”.

Una difesa d’ufficio verso un collega “anche se io non so neanche chi sia, figurati se ho ascoltato una sua canzone”.


Potrebbe interessarti: Vieni da me: Caterina Balivo riunisce Morgan e mamma dopo 6 mesi!

Domanda di La Repubblica: Perché altri come Fedez o Ermal Meta non hanno capito? Risposta diretta, come di consueto:

“Forse perché non sono in grado di capirlo. Bisognerebbe chiedere un parere a chi è in grado di stare al dibattito, a Gino Paoli, a Ivano Fossati, persone che ragionano”

Ludovico Merlo
  • Iscritto all'Ordine dei Giornalisti della Lombardia, elenco Professionisti
  • Esperto in: TV, Spettacolo e Gossip
  • Fonte Google News
Suggerisci una modifica