Netflix: “Gli irregolari di Baker street” cancellata

05/05/2021

“Gli irregolari di Baker street”, l’avvincente serie televisiva ispirata alle avventure e al genio di Sherlock Holmes, è stata cancellata. Nonostante il successo della prima stagione Netflix ha deciso di non rinnovare la serie per una seconda stagione! Ma quali saranno i motivi di questa cancellazione?

IrrBaker

Lo scorso marzo Netflix ha lanciato la serie “Gli irregolari di Baker Street”. Quest’ultima è ambientata nella Londra del 1800 e fonde perfettamente mistero e soprannaturale.

La serie è ricca di suspance mistero e colpi di scena e racconta la storia di 5 giovani ragazzi dal passato turbolento che verranno assoldati dal misterioso ed eclettico Dottor Watson.

Ogni caso che verrà affidato ai giovani ragazzi oltre ad essere particolarmente complicato è anche legato in qualche modo ad avvenimenti soprannaturali. Attraverso otto episodi vedremo questi cinque ragazzi risolvere degli intricati misteri, e confrontarsi con il soprannaturale.

La seria ha avuto un enorme successo ed è stata per giorni nella Top Ten di Netflix; la classifica che raccoglie i 10 titoli più visti della piattaforma di streaming. Nonostante questo però, a quanto pare la grande N ha deciso di cancellare la serie!


Leggi anche: Netflix 2020: le 10 serie più viste

Netflix: perché cancella “Gli irregolari di Baker Street”?

Gli Irregolari di Baker Street-2

Recentemente Netflix ha annunciato la volontà di cancellare “Gli irregolari di Baker street”. La serie infatti nonostante l’enorme successo della prima stagione a quanto pare non sarà rinnovata per un secondo capitolo.

La piattaforma di streaming non ha fornito nessuna spiegazione sulla sua decisione, dunque si possono solo avanzare delle ipotesi. Sicuramente a non andare a favore della serie sono gli ingenti costi di produzione che Netflix ha dovuto affrontare per creare la prima stagione.

E probabilmente il successo che la serie ha ottenuto non è stato abbastanza grande da poter eguagliare le spese che la grande N ha dovuto inizialmente affrontare.

Questi potrebbero essere due fattori che hanno favorito la cancellazione della serie. Del resto recentemente Netflix ha adottato una nuova politica che punta su un catalogo costantemente aggiornato e con molte novità, dunque contestualmente ogni produzione non deve avere dei costi troppo ingenti, altrimenti rischia di non essere rinnovata, proprio come nel caso de “Gli irregolari di Baker street”.

Per non rientrare in questa dinamica la serie dovrebbe avere o un successo clamoroso come quello ottenuto da titoli come “Stranger Things” e “Bridgerton” o riscuotere premi prestigiosi come accade spesso con “The Crown“.


Potrebbe interessarti: Dawson’s Creek torna su Netflix: trama, cast e date

Anna Vitale
  • Laureata in Scienze della Comunicazione digitale e d’impresa
  • Esperta in: TV e Gossip
  • Fonte Google News
Suggerisci una modifica