Netflix, Lupin: segreti e retroscena di Omar Sy

11/01/2021

In un’intervista a “Vanity Fair” Omar Sy, già famoso per “Quasi Amici”, parla di somiglianze e differenze tra lui e il suo personaggio, Assane Diop, in “Lupin”. La nuova serie-evento di Netflix ripropone la figura del famoso ladro gentiluomo in versione contemporanea. 

Omar-Sy-2-1024×595

Da pochi giorni è disponibile su NetflixLupin”, riadattamento in chiave contemporanea della famosa figura del ladro gentiluomo creato da Maurice Leblanc nel 1905.

La prima parte, intitolata “Nell’ombra di Arsenio“, comprende cinque episodi in tutto. Si attende già la seconda serie. Protagonista è l’attore francese Omar Sy, famoso per il film “Quasi Amici“, intervistato di recente da “Vanity Fair”.

Omar Sy (Lupin) parla di paternità e famiglia d’origine

DSC05280.ARW


Leggi anche: Netflix: Lupin con Omar Sy debutta l’8 gennaio

Assane Diop, a cui Sy presta il volto, già da adolescente ha dovuto fare i conti con una vita difficile dopo che suo padre è morto in seguito all’accusa ricevuta di un crimine che non ha commesso. Ma 25 anni dopo Assane utilizzerà il nome di Arsène Lupin, il ladro gentiluomo, come ispirazione per vendicare suo padre.

Ha dichiarato a “Vanity” l’interprete:

“Assane dice di non essere un padre perfetto e neppure io lo sono, anzi non credo proprio ne esista qualcuno al mondo. Non ho però le sue insicurezze, forse perché dopo 20 anni da genitore ho imparato cosa sia importante, cioè fare quello che puoi, sforzarti di dare il massimo”.

Secondo Sy non esiste “nessuna ricetta, nessuna regola” in grado di insegnare a essere un bravo genitore:

“lmpari a farlo mentre lo fai, quando non sei più tu al centro della tua vita e il primo pensiero della giornata, ma qualcun altro”.

Sy viene da una famiglia numerosa: i genitori – padre operaio, madre cameriera – hanno messo al mondo otto figli.

“Entrambi si ammazzavano di lavoro per pochi spiccioli, ma in loro ho sempre visto grande dignità nel modo di affrontare le sfide della vita. E ci sono sempre riusciti, non avevano molto, ma l’hanno sempre reso abbastanza per noi, senza mai lamentarsi di quelle condizioni pesanti né della vita in generale”.


Potrebbe interessarti: Netflix, Lupin: cast, trama e curiosità

Quando non recita, Sy va forte in almeno altri due settori:

“Vorrei precisare che ci sono un sacco di cose in cui sono una frana, ma in due me la cavo, nel senso dell’umorismo e ai fornelli“.

Iscriviti alla Newsletter

Vuoi restare aggiornato sulle notizie, le anticipazioni e le curiosità sul mondo del gossip e della TV? Registrati ora gratuitamente alla nostra newsletter