Non ti presento i miei: il primo film di Natale LGBT

08/12/2020

E’ andato in onda per la prima volta il 6 Dicembre su Sky On Demand, “Non ti presento i miei” , il primo film natalizio con tematiche LGBT. Protagoniste Kristen Stewart e Mackenzie Davis, sarà disponibile su Sky e NowTV.

non-ti-presento-i-miei-dove-vederlo

Happiest Season” il titolo originale di questa produzione natalizia. A differenza dei classici natalizi ai quali ci hanno abituato le massicce rotazioni di alcuni nomi come “Una poltrona per due” o “Mamma ho perso l’aereo“, questo Natale avremo una piacevole novità come alternativa.

Diretto da Clea duVall, questo film dalla durata di 102 minuti metterà leggermente in crisi gli amanti dei classici film di Natale che sappiamo benissimo come finiscono. La regista, anche lei attivista del movimento LGBT+, ha commentato l’importanza di trattare questo tema in questo modo:

Appena quindici anni fa, una storia del genere in tv avrebbe fatto scandalo e generato rabbia nel pubblico. Ora, invece, pur essendoci ancora tanto da fare, l’accoglienza è diversa. Ne ho approfittato per mettere in scena quella nostalgia tipica dei classici delle feste, come “Mamma ho perso l’aereo” o “Il canto di Natale”, quando si parla del sentirsi amati e conta solo quello. Per me non è stato facile dopo il coming out e ho dovuto imparare a volermi bene di nuovo, ecco perché spero che il film metta in scena la compassione;


Leggi anche: Come chiedere sconto e rimborsi a Sky per il Coronavirus

La trama Non ti presento i miei

Happiest-Season

Harper ed Abby sono una giovane coppia molto innamorata che si accinge a festeggiare il primo Natale in famiglia. Abby è orfana di entrambi i genitori, di conseguenza è Harper ad invitarla a casa sua, il problema? Harper non ha mai detto alla sua famiglia della sua sessualità e chiede alla fidanzata di fingere di essere la sua coinquilina.

La commedia è ricca di spunti introspettivi, attraverso le fila narrative di quello che potrebbe essere un qualunque film natalizio, o meglio, che dovrebbe essere parte della normalità. Le tematiche affrontate sono molto vicine all’attrice Kristen Stewart la quale, dopo alcuni anni dalla sua partecipazione nel film Twilight, ha iniziato a parlare della sua vita personale.

Il cinema inclusivo è la nuova frontiera di un mondo in cui non ci sarà più bisogno di questo tipo di cinema, ma per adesso facciamo vedere questo film in famiglia perchè, a prescindere da tutto, è una commedia ricca di risate!

Vito Girelli
Suggerisci una modifica