Oprah Winfrey in lacrime: stuprata a 9 anni

30/05/2021

Oprah Winfrey, la conduttrice statunitense protagonista della serie sulla salute mentale prodotta in collaborazione con il Principe Harry, ha raccontato un episodio davvero molto doloroso della sua infanzia: lo stupro subito quando aveva appena 9 anni da parte del cugino 19enne.

Oprah

Oprah Winfrey è protagonista della docu-serie “The me that you can’t see”, realizzata e coprodotta insieme al Principe Harry. I due si sono incontrati durante la famosa intervista rilasciata insieme a Meghan Markle che aveva destato così grande scalpore nei media di tutto il mondo, e ora hanno deciso di intraprendere insieme un progetto lavorativo importante che ha come tema la salute mentale. Nella serie, infatti, vengono presentate cinque storie diverse in cinque puntate, che aiutano a sensibilizzare sulla tematica in questione.

Proprio nel contesto della docu-serie la conduttrice Oprah Winfrey ha aperto il suo cuore, raccontando di essere stata vittima di abusi quando era ancora una bambina. Non è la prima volta che la giornalista affronta questo argomento, ma la sua testimonianza è stata ancora una volta davvero toccante:


Leggi anche: Harry d’Inghilterra compie 36 anni: nuova vita e tanti auguri dai reali

“A 9, a 10, a 11 e a 12 anni sono stata violentata da mio cugino che aveva 19 anni”.

Oprah Winfrey: racconta lo stupro subito

Laconduttrice ha raccontato che, ovviamente, essendo molto piccola, in quei momenti non riusciva a capire che cosa le stesse succedendo:

“Non sapevo cosa fosse lo stupro. Di certo non ero a conoscenza della parola. Non avevo idea di cosa fosse il sesso, non avevo idea da dove venissero i bambini, non sapevo come stesse succedendo”.

Oprah Winfrey è stata vittima di continue violenze da parte del cugino per circa tre anni: un’esperienza dolorosa, che l’ha segnata profondamente per tutta la vita. “Ora ho imparato ad accettarlo”, ha ammesso la conduttrice dopo aver terminato il suo racconto straziante.

Pur essendo arrivata anche ad una riflessione molto amara, sul fatto che in un mondo prettamente maschile una bambina non è mai al sicuro, per Oprah Winfrey è necessario far sentire la propria voce e condividere la propria testimonianza:

“Raccontare, essere in grado di dire: questo è quello che è successo a me, è fondamentale”.

Ilaria Bucataio
Suggerisci una modifica