Pamela Prati: infanzia violenta ma ha rifiutato i festini con droga

30/11/2020

A Libero, Pamela Prati racconta la sua infanzia difficile, fatta di violenze. Tentativi di violenze che sono continuate anche dopo. Ma mai nessuna festa con alcool e droga come quelle organizzate da Alberto Genovese…

pamela-prati-live

Un libro, ‘Come una carezza’, poi una canzone, ‘Mariposita’ per dimenticare il passato. Pamela Prati ci prova, vuole cercare di superare quanto di brutto gli è successo. L’ex showgirl ha avuto il bisogno di raccontare la propria storia, i propri amori e le tante delusioni. Lo ha fatto anche a Libero. “Mia mamma mi ha sempre detto di credere nell’amore e ne sono convinta, credo che l’amore e la gentilezza ci salveranno da questo periodo buio”.

Buio creato dalla sua finta storia d’amore con Mark Caltagirone. “E’ una vicenda che mi ha fatto soffrire molto, sono emerse tutte le mie fragilità e, forse, ho capito qualche cosa in più di me”. Una storia brutta, che l’ha segnata. “Basta poco per cadere in trappole quasi mortali“.


Leggi anche: Mara Venier rivela: “Pamela Prati è stata pagata…”

Pamela ha subito violenze e maltrattamenti

pamela-prati-parla-la-madre-di-sebastian-2271387

Ma c’è stato solo Mark Caltagirone tra i problemi di Pamela Prati. La sua infanzia gli è stata rubata. “I vicini di casa mi hanno strappato alla mia mamma quando avevo un anno e mi hanno messo in collegio per otto anni. Ho ricevuto maltrattamenti e ci sono stati momenti di violenza e forse questo ha generato una grande e profonda fragilità dentro di me”.

Violenze che sono continuate anche dopo, negli anni successivi per colpa della sua bellezza. “Ho sempre avuto molti ammiratori; alcuni più ‘spinti’, altri solo galanti. Devo dire che dai primi mi sono difesa con determinazione. Sono una donna selvaggia”. Pamela Prati fa un esempio: “Quando lavoravo in un negozio a Roma avevo il mio ‘capo’ che cercava di sedurmi in modo eccessivamente insistente. Rifiutai e venni licenziata Certo erano altri tempi…”.

Pamela ha sempre rifiutato alcool e droga…

pamela-prati

Domanda diretta di Libero: “Alberto Genovese drogava e violentava le ragazze. A te è mai accaduto?”. Risposta sincera: “No, mai! La mia droga sono i bucatini all’amatriciana e mai è accaduto che mi offrissero droga o qualche cosa d’altro e poi la mia mamma mi aveva insegnato una cosa…”.

Gli aveva insegnato di bere “solo da bottiglie chiuse e mai dal bicchiere” e nemmeno per forza di trovare un fidanzato che la potesse mantenere.

“Io non mi sono mai piegata alla possibilità di avere un fidanzato ricco e famoso ed infatti nelle mie storie c’è sempre il ragazzo qualunque. Per me importante è l’emozione ed il sentimento”.


Potrebbe interessarti: Pamela Prati, si sposa: chi è?

Pamela Prati poso’ anche per una copertina di Playboy. “Fu il mio agente dell’epoca che mi presentò questa occasione: mi dedicarono la copertina in quanto avevo vinto un concorso della mora più bella d’Italia. E posai con Celentano…”.

Ludovico Merlo
  • Iscritto all'Ordine dei Giornalisti della Lombardia, elenco Professionisti
  • Esperto in: TV, Spettacolo e Gossip
  • Fonte Google News
Suggerisci una modifica