Paola Perego, lo sfogo: “Non sono raccomandata”

Luca Uccello
  • Esperta in TV e Spettacolo
09/12/2021

Se Paola Perego fosse stata davvero raccomandata probabilmente avrebbe già condotto un Festival di Sanremo. La conduttrice moglie dell’agente dei big dello spettacolo non si sente di certo raccomandata, anzi semmai penalizzata dal suo matrimonio con Lucio Presta. E in passato racconta al Corriere della Sera di aver dovuto combattere onestamente per avere un contratto a Mediaset.

paola-perego

Per chi non lo sapesse Paola Perego è sposata con Lucio Presta. Parliamo uno degli uomini di spettacolo più potenti, l’agente dei big in Italia, come sottolinea il Corriere della Sera, il quotidiano al quale la conduttrice di Citofonare Rai 2 insieme a Simona Ventura, respinge le accuse di essere una raccomandata.

Se lo fosse stata oggi probabilmente avrebbe già condotto il Festival di Sanremo e invece:

“Mio marito ha fatto sei Festival di Sanremo: ho mai condotto io lo spettacolo più importante del Paese? No. Diciamo che se io fossi raccomandata avrei scelto dei ruoli un po’ più in evidenza, no? Anche perché lui, proprio perché sono sua moglie tende a non darmi parti importanti, ma ogni volta preferisce qualcun altro o qualcun’altra”.

Per questo sua moglie spesso le dice che “visto che per tutti io sono la raccomandata per eccellenza, a questo punto raccomandami davvero”. Lucio Presta se la ride ma non cambia posizione. Insomma Paola Perego non nasconde che essere sua moglie l’ha quasi penalizzata. “Ma intanto se lo racconta nessuno ci crede”. Pazienza.

Paola Perego: il no a Mediaset

paola-perego

Prima modella, poi conduttrice, mamma e anche nonna, per Paola Perego l’età però sembra non passare mai. Una bellezza che le ha procurato qualche problema:

“Una volta a Mediaset, un dirigente si mise a rincorrermi intorno ad un tavolo.  Un’altra volta, in scadenza di contratto, un altro mi propose di andare a cena. Dissi di no e quel contratto alla fine lo ottenni, sì, ma a furia di lunghe e umilianti anticamere”.