Paolo Bonolis: 5 trucchi della sua conduzione

29/04/2021

Sembra inarrestabile il successo di “Avanti un altro!” e “Avanti un altro! Pure di sera” su Canale 5, entrambi condotti da Paolo Bonolis affiancato da Luca Laurenti. Che cosa piace tanto del modo di condurre di Bonolis? Quali sono alcune delle sue principali strategie comunicative? Le ha esaminate “Tv Sorrisi & Canzoni”. 

foto-paolo-bonolis-intervista

Continua il successo di “Avanti un altro!” e “Avanti un altro! Pure di sera” su Canale 5.

Entrambi i programmi sono condotti da Paolo Bonolis, affiancato da Luca Laurenti.

“Avanti un altro” compie 10 anni: speciali vip in prima serata

avanti-un-altro-pure-di-sera-del-25-aprile-C-1-article-22442-launch-horizontal-image


Leggi anche: Avanti un altro!: Paolo Bonolis è diventato nonno

Il primo quiz show va in onda in fascia preserale, dalle 18.45 alle 20, prima del Tg 5, dal lunedì al sabato.

Il secondo comprende una serie di speciali con ospiti vip per festeggiare i dieci anni di “Avanti un altro!”  e va in onda la domenica in prima serata al posto di “Live – Non è la d’Urso”. Il successo è tale che probabilmente la trasmissione sarà confermata anche in autunno.

Allo stesso modo, dopo voci circolate nei mesi scorsi, secondo cui, il prossimo anno, Bonolis sarebbe approdato in Rai, sembra invece sempre più vicino il rinnovo del contratto del conduttore con Mediaset, in scadenza a fine anno.

In un momento difficile per il Paese e per il resto del mondo, Bonolis, con Laurenti e il pazzerello mondo del Salottino, ha il merito di portare in tv una ventata di leggerezza e allegria, senza contare l’innegabile bravura e la grande esperienza che lo ha reso uno dei presentatori più apprezzati e amati.

“Tv Sorrisi e Canzoni” ha individuato i punti di forza della sua conduzione e del suo modo caratteristico di parlare durante i suoi programmi. Vediamone cinque.

Paolo Bonolis: perchè piace al pubblico

avanti-un-altro-bonolis

Bonolis è ormai conosciuto per aver inventato parole e modi di dire inventati per descrivere l’epoca in cui viviamo. Per esempio, quando si passò dalla lira all’euro, lanciò l’espressione “vecchio conio” che divenne un tormentone. Oggi, in piena pandemia, parla di “sieronegativi” per le persone del pubblico distanziato in studio (e con mascherina).


Potrebbe interessarti: Avanti un altro! show di Paolo Bonolis e Fabio Caressa

A vallette, ospiti e persino al socio e amico di una vita Luca Laurenti Paolo Bonolis si rivolge dando sempre del Lei. E si congeda in modo educato con “ArrivederLa”. Solo nelle battute un po’ più grevi usa il tu, per rimarcare la differenza.

Il conduttore di “Avanti un altro!” mostra sempre coinvolgimento in prima persona nelle vicende umane usando il cosiddetto “dativo di interesse”. “Lei mi è coniugato?”, chiede, per esempio, quando presenta un concorrente, o “Cosa mi combina?”, quando mostra disappunto per qualche frase e risposta sbagliata.

Un po’ come accade nella pubblicità, Bonolis usa varie ripetizioni come rafforzativi di alcuni concetti: “Vada, vada”, “Dica, dica”, “Venga, venga”, “Bravo, bravo”.

Bonolis usa spesso sinonimi e termini dell’italiano aulico come “poc’anzi” al posto di “poco fa”, “acciocché” anziché “affinché” o “ricusare” anziché “rifiutare”. Fa pure rispolverare le pagine dei dizionari!

Cristina Damante
  • Autrice
  • Esperta in: Gossip, Serie Tv e Reali d'Inghilterra
  • Laureata in Scienze della Comunicazione
  • Fonte Google News
Suggerisci una modifica