Paolo Bonolis: carriera stravolta

Paolo Bonolis sarebbe diventato un ambasciatore? È quello che ha raccontato il 60enne romano in una intervista. Il conduttore di Avanti un Altro e Ciao Darwin ha rivelato che se non avesse fatto il presentatore, avrebbe intrapreso la carriera diplomatica. Vediamo insieme i tanti particolari che ha rivelato al Corriere della Sera.

Paolo-Bonolis—min

Paolo Bonolis si è raccontato in un’intervista al Corriere della sera: ha rivelato cose importanti di sé,  del suo carattere, della carriera diplomatica mancata. Ma anche di quello che è accaduto agli esordi da presentatore; ha sottolineato anche  le difficoltà di proporre e far apprezzare dei programmi innovativi, diventati poi di gran successo.

Bonolis e il suo esordio in tivvù

Bim-Bum-Bam bonolis


Leggi anche: Avanti un altro! show di Paolo Bonolis e Fabio Caressa

Come ha spiegato l’Adnkronos, l’esordio televisivo di Bonolis si deve ad un caso. Lo ha raccontato lo stesso conduttore romano evidenziando che il giorno in cui ha fatto il suo primo provino, aveva solo accompagnato un amico:

“Nel 1981, solo perché avevo il motorino, ho accompagnato un mio amico a un provino in Rai. Studiavo Istituzione e diritto romano. Lì mi hanno detto: e tu non lo fai? Poco dopo mi hanno proposto di prendere parte a una trasmissione per ragazzi: mi davano 12 milioni di lire per un anno. A casa non si navigava nell’oro, non ho esitato. Poi ho capito che mi piaceva”.

Bonolis: “Sono un narratore di ciò che sono”

Paolo-Bonolis—min

Il marito di Sonia Bruganelli ha spiegato che in tutti questi anni di carriera ha sempre espresso nei suoi programmi quello che aveva dentro, sottolineando il fatto di non essere mai stato “il maggiordomo di qualcuno”. Infatti, Bonolis ha detto:

“In 40 anni di tv si è trattato quasi sempre di dare forma a cosa ho dentro, ai miei pensieri… Per me ha senso fare una tv che ti appartiene, non mi interessa essere un maggiordomo di idee altrui ma il narratore di ciò che sono”.


Potrebbe interessarti: Avanti un altro!: Paolo Bonolis è diventato nonno

Bonolis e la carriera diplomatica “mancata”

paolo-bonolis

Il conduttore di Avanti un Altro ha rivelato che, se non avesse fatto il conduttore, avrebbe tentato la carriera diplomatica.Meglio così – ha detto il conduttore- altrimenti Erdogan lo avrei mandato al diavolo“.

“Studiavo per fare la carriera diplomatica: fortunatamente per questo Paese ho intrapreso un’altra strada. Ho molta pazienza, ma in certi contesti viene meno. Erdogan lo avrei diplomaticamente mandato al diavolo”.

Bonolis e il successo di “Avanti un Altro, pure di sera”

avanti-un-altro-bonolis

La prima puntata di “Avanti un altro, pure di sera” è andata oltre le aspettative: il programma, seguitissimo nel pomeriggio, è sbarcato in prima serata  ed ha subito ottenuto uno share molto alto. 

“Il 20 per cento della prima puntata mi ha fatto piacere. Credo ci sia bisogno di uno sgrossamento dell’ansia. La leggerezza fa bene. Ma successi o fallimenti spesso dipendono dall’esuberanza eccessiva nelle aspettative”.  Sia Avanti un altro che Ciao Darwin non sono partiti in tromba: sono privi di antenati, hanno dovuto imparare a camminare. A volte sono stati guardati con diffidenza”.

Francesca Petruccioli
  • Iscritta all'Ordine dei Giornalisti dell'Umbria, elenco Professionisti
  • Esperta in: Gossip, Tv e Vip
  • Fonte Google News
Suggerisci una modifica