Paolo Bonolis: il suo più grande rimpianto…

Francesca Naima Bartocci
  • Esperta in: Gossip, Tv e Vip
  • 17/04/2022

    riguarda una promessa che aveva fatto a una delle persone più importante della sua vita, ma non ha mantenuto. Ecco cosa il conduttore rimpiange e in che modo convive con il “senso di colpa”.

    Paolo Bonolis: il suo più grande rimpianto…

    Paolo Bonolis è noto non solo per la sua coinvolgente simpatia, per essere alle volte fin troppo ironico e pungente. L’amato conduttore è arrivato dov’è ora e si è conquistato uno spazio nel cuore di tanti italiani anche per una particolare sincerità d’animo, un modo di trasmettere che va oltre delle semplici parole.

    Per quanto la sua storia sia ormai nota, anche se non se ne conoscessero dettagli e difficoltà, sarebbe chiaro quanto l’uomo abbia vissuto importanti viaggi emotivi nel corso della sua vita. Proprio perché Paolo Bonolis è in grado di trasmettere tanto, vuol dire che egli è anche in grado di sentire perché dotato di una sensibilità particolare.

    E proprio per questo, tanti episodi della vita del conduttore sono per lui fonte di ispirazione e modo per cogliere insegnamenti anche se dalla sofferenza. E durante una recente intervista è emerso ancor più quanto Bonolis faccia caso a certi dettagli spesso non così valorizzati e senta poi tutto ciò che ne consegue con grande profondità.

    Paolo Bonolis: il ricordo del padre…

    Paolo Bonolis: il suo più grande rimpianto…

    Il conduttore Paolo Bonolis ha recentemente ricordato un evento molto toccante, che lo lascia anche con un senso di “colpa”, in realtà non del tutto negativo.

    Il conduttore ha infatti ricordato il padre con cui aveva un legame speciale e ha parlato di quanto egli gli dicesse sempre:

    Ricordati quando nascerà Silvia di regalare a Sonia un mazzo di rose bianche.

    Un’azione assolutamente semplice ma piena di significato, motivo per cui Paolo Bonolis si sente ancora “in colpa” per non averla mai compiuta:

    Poi accadde qualcosa di speciale: papà è morto, e preso dai mille impegni dimenticai di farlo.

    Ha ammesso durante l’intervista il conduttore, per poi però trasmettere non tanto un senso di colpa, ma una sensazione di gratitudine per la vita e tutte le piccole cose tanto intense che essa regala:

    Ma quella primavera, nel cespuglio di rose rosse che avevo in giardino sbocciarono tutte bianche. La vita è bella perché è piena di misteri.