Pomeriggio 5, caso Pipitone: testimonianza chiave da Barbara D’Urso

27/05/2021

A Pomeriggio 5, nel programma condotto da Barbara D’Urso si è tornati a parlare del caso di Denise Pipitone, la bambina scomparsa il primo settembre 2004 da Mazara del Vallo. Secondo l’ex procuratore De Pisa, Anna Corona non era a lavoro al momento della sparizione. . .

Foto-Denise-Pipitone-Pomeriggio-5

La puntata di Pomeriggio Cinque è stata dedicata interamente al caso di Denise Pipitone, la bambina scomparsa il primo settembre 2004 da Mazara del Vallo. Dopo aver mostrato una foto di una ventenne con il viso e i lineamenti simili alla bambina scomparsa  (gli inquirenti stanno indagando sulla segnalazione), la conduttrice ha portano nuove importanti testimonianze sul caso.

Nel corso della trasmissione Barbara D’Urso è riuscita a dare qualche elemento esclusivo in più. Ospite in collegamento, l’ex procuratore Alberto Di Pisa, che si è occupato per un periodo del caso, a partire dal 2008. Secondo l’ospite collegato nel programma principale del pomeriggio di Canale 5 Anna Corona non era a lavoro al momento della sparizione…


Leggi anche: La Vita in Diretta, diffida a Matano: salta il servizio sul caso Pipitone

L’ex procuratore De Pisa svela i movimenti di Anna Corona

foto-barbara-durso-denise-pipitone

A Pomeriggio Cinque, l’ex procuratore De Pisa racconta:

“Intorno alle ore 12 la Corona riceve sul posto di lavoro una telefonata, non ricordo se dalla figlia o dalla madre. Lascia il posto di lavoro e non vi fa più rientro fino alle 15.30. La sua firma viene apposta dalla collega. Molti dei dipendenti sentiti allora hanno detto che Anna Corona non era in hotel in quel momento”.

Ma non solo:

“Prima che mi insediassi, ci sono state negligenze, errori, veri e propri depistaggi. Mi ferisco alla perquisizione nella casa della vicina. Se Anna Corona è stata protetta? In quel periodo si interrompono le comunicazioni tra lei e l’amica fidanzata del commissario”.

Parole importanti, che potrebbero segnare anche una svolta nelle indagini. Barbara D’Urso, chiarisce che “il procuratore si prende la responsabilità delle cose che dice. Conosce bene le carte”.

Ludovico Merlo
  • Iscritto all'Ordine dei Giornalisti della Lombardia, elenco Professionisti
  • Esperto in: TV, Spettacolo e Gossip
  • Fonte Google News
Suggerisci una modifica